Cos’è la farina di piselli? Ecco qualche idea su come usarla

10 Giugno 2021

Molti vegani, vegetariani e celiaci conoscono bene la farina di piselli. La farina di piselli è perfetta per tuttiMa come si ottiene e che benefici ha per la salute? Questo particolare tipo di farina è ottenuto dalla macinatura dei semi del pisello precedentemente essiccati e decorticati. È una farina ricca di proteine, amido, fibre, sali minerali, vitamine, antiossidanti. Inoltre è naturalmente priva di glutine. Insomma, possiede le stesse preziose proprietà dei piselli con il vantaggio di poterla usare in molti altri modi rispetto alle ricette nelle quali adoperiamo questi legumi. Questa farina non solo è un alimento salutare, ma anche versatile: consente, infatti, di preparare ricette ricche di gusto. Cerchi qualche esempio? Ti accontentiamo subito.

  1. Le crêpes. Con la farina di piselli si ottengono crêpes leggere, dal sapore molto particolare che possono essere farcite in moltissimi modi: con le verdure, ad esempio, ma anche con la bresaola, il prosciutto cotto, il tonno. Perfetto è il matrimonio con le salse di ogni tipo. In sostanza non ci sono limiti, molto dipende dalle preferenze personali. La ricetta è la stessa delle crêpes tradizionali. Si sostituisce la farina 00 con la farina di piselli, appunto, e il latte vaccino con quello di soia. 
  2. La farinata. La tipica farinata è a base di ceci, certo, ma la farina di piselli diventa protagonista di un’ottima variante. Ricetta light e dal profumo irresistibile. Basta versare 200 grammi di questa farina verde in un contenitore, unire una presa di sale e un cucchiaio di olio e, gradualmente, un po’ d’acqua. Mescolate poi fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Dopo averlo lasciato riposare per 4-5 ore in frigo, lo si trasferisce in una teglia, si aggiungono la cipolla e il prezzemolo tritati e si cuoce in forno a 200°C per 20-25 minuti circa.  
  3. La pasta fresca. Ti piace fare in casa la pasta fresca? La prossima volta usa la farina di piselli, da sola o mescolandola a quella classica. Da tenere in considerazione anche il mix con la farina di farro. Il colore, già di per sé, attrae e incuriosisce. Il sapore dei piselli si sente, per cui è fondamentale scegliere poi il giusto condimento. Si va sul sicuro con gli asparagi, le cipolle, il pesto, i broccoli, le cime di rapa. Molti apprezzano anche il connubio con il pesto di basilico o il ragù. Le tipologie di pasta più indicate da realizzare con questa farina sono le tagliatelle e i tagliolini, ma vengono decisamente bene anche i ravioli. Per la farcitura, si consiglia la ricotta. 
  4. Le polpette. Hai voglia di polpette sfiziose, vegetariane e diverse dal solito? In una terrina mescola 200 grammi di farina di piselli, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, 4 cucchiai di olio di oliva, 40 grammi di stracchino, 3 cucchiai di pangrattato, sale e pepe nero. Aggiungi, poco a poco, una quantità di acqua necessaria per ottenere un impasto soffice e dalla giusta consistenza. Lascia riposare per 30-40 minuti, quindi forma delle polpette rotonde, non grandi, e friggi in olio bollente. 

Dove trovare la farina di piselli

La farina di piselli può inoltre sostituire quelle tradizionali nella preparazione di torte rustiche, plumcake e pancake. Utile anche per realizzare pane e pizza, se te la senti di cimentarti nell’impresa. Da provare, prendi nota, sono pure le vellutate. Ma dove trovare la materia prima? In genere è reperibile nei negozi e nelle botteghe specializzati in alimenti bio. Sappi, però, che puoi anche produrla da te. Procurati dei piselli secchi spezzati e riducili in polvere con l’aiuto di un frullatore o un mixer a immersione, poi setaccia per eliminare le parti più grezze e avrai ottenuto la tua farina.