Pizza Pacayà, la pizza cotta sulla lava

8 Luglio 2021

Cotta a legna è buonissima, chissà che sapore avrà una pizza cotta direttamente sulla lava. Una possibilità per scoprirlo oggi c’è ed è quella di prenotare il prossimo viaggio direttamente per il Guatemala. Destinazione: il vulcano Pacayà. Qui, infatti, il 34enne contabile David Garcìa ha deciso di preparare una pizza molto speciale, cotta direttamente sulle rocce liquefatte e pronta in meno di 10 minuti.

Appassionato di vulcani, David Garcià ha lanciato su Instagram il suo progetto del Pizza Pacayà all’inizio di quest’anno, approfittando della costante attività eruttiva del vulcano. Bardato con indumenti protettivi e stivali militari, inforcato uno zaino che contiene circa 60 libbre di attrezzature e ingredienti, sale a 2.552 metri con la sua cucina itinerante, che si muove a seconda di dove le pizze vengono meglio.

Una volta scelto il luogo migliore, Garcìa stende l’impasto su una teglia di metallo in grado di resistere a temperature fino a mille gradi centigradi, quindi lo condisce con salsa di pomodoro, formaggio, verdure, carne speziata, cipolla. dopo 10 minuti sulle pietre a 300 gradi, la pizza è pronta Lo appoggia poi sulla lava e dopo 10 minuti sulle pietre calde a 300°C la pizza è pronta. Avvezzo a cucinare la pizza in luoghi non proprio ortodossi – anni fa aveva scelto come forno piccole grotte sui pendii delle montagne – Garcìa ha deciso stavolta di spostarsi in un luogo ancor più rischioso. Ottenendo già un bel successo tra locals e turisti, che dopo la scarpinata possono tranquillamente ristorarsi con un bel pezzo di pizza, e a tal punto che oggi il suo ristorante conta altri due dipendenti. Attenzione però: per la Pizza Pacayà non è sufficiente faticare per salire, bisogna anche prenotarsi.