Cosa non può mancare in una spesa fit

4 Agosto 2021

Fare una spesa fit può essere un compito difficile anche per la persona più organizzata. Non perché non sia semplice andare al supermercato e buttare nel carrello i cibi che ci sembrano più indicati, ma perché le insidie degli alimenti poco salutari si nascondono in ogni corsia rendendo la nostra missione sicuramente più impegnativa. Ecco perché, avere in mano una lista della spesa fit alla quale attenersi, può diventare la nostra salvezza permettendoci si perseguire il nostro obiettivo, ovvero quello di rispettare un’alimentazione sana e variegata.

Spesa fit, cosa comprare?

Avere una lista non fornisce solo un supporto per la memoria, ma impedisce i cosiddetti acquisti impulsivi. Seguendo i suggerimenti che trovate sotto, preparerete una lista della spesa salutare riempiendo il carrello di scelte intelligenti. Qualche consiglio? Potreste organizzate l’elenco per corsia o per tipologia di cibo. Oltre che denaro, risparmierete anche parecchio tempo. Iniziate dividendo le sezioni in base al tipo di cibo. Ovvero:

  • Frutta e verdura. Questa è una delle categorie nelle quali ci si può maggiormente sbizzarrire. In linea di massima, tutti i frutti e gli ortaggi si riconducono a un’alimentazione sana. Prediligete, ovviamente, i prodotti di stagione ed acquistali interi, al massimo surgelati.
  • Proteine. Carne e pesce sono grandi fonti proteiche, ma anche le uova forniscono al nostro organismo un gran quantitativo di nutrienti. Da prediligere sono tacchino, petto di pollo e filetto di maiale, pesce azzurro e magro. Fonte proteiche vengono anche dal mondo vegetale, come vedremo di seguito.
  • Carboidrati. Meglio pane, pasta, riso e cereali in genere integrali, che sono ricchi di fibre e utili per il benessere dello stomaco. Oppure realizzati con farine di altri cereali, farro in primis.
  • Grassi sani. Olio extravergine di oliva, semi oleosi, avocado. Sono tutti grassi sani, ovvero grassi che, oltre che essere gustosi, fanno anche bene ala nostra salute in quanto caratterizzati da proprietà interessanti.
  • Latticini. A seconda della fonte, il latte vanta una composizione nutrizionale più o meno proteica. Il latte di pecora lo è più di quello di mucca. Ma anche tra quelli di origine vegetale ce ne sono alcuni più indicati per chi segue una dieta fit.

Gli alimenti immancabili in una spesa fit

Venendo agli alimenti, ce ne sono alcuni, più di altri, che risultano indispensabili nell’alimentazione degli sportivi e di chi tiene a seguire un regime alimentare sano. Vediamoli nel dettaglio per scoprire i benefici che possono apportare a chi pratica abitualmente sport e tiene alla propria salute ma anche a mangiare bene.

  1. Legumi. La dispensa di ogni sportivo (e non) dovrebbe contenere i legumi. Importati fonti proteiche di origine vegetale, sono ricchi di fibre. Fagioli, ceci, lenticchie, piselli dovrebbero essere consumati più volte a settimana. Ecco perché non possono mancare nella lista degli atleti.
  2. Frutta secca. Noci, mandorle, nocciole sono ricche di proteine, acidi grassi, vitamine e sali minerali. Si possono gustare come snack o aggiungere a diverse pietanze. Ad esempio, al condimento delle insalate, di alcuni primi piatti, ma anche a colazione nei porridge o nei frullati. Facciamo rientrare in questa categoria il burro di arachidi, alimento amato dai fitness addicted che molti usano abbinare alle banane per uno spuntino proteico da non sottovalutare.
  3. Avocado. Come anticipato, si tratta di una importante fonte di grassi sani, grassi monoinsaturi che apportano grandi benefici alla salute. Forse non tutti lo sanno, ma prediligendo l’avocado nella propria alimentazione, i trigliceridi e il colesterolo tendono a diminuire. Di contro, è ricco di calorie e deve essere ben bilanciato nei pasti. Insomma, non si tratta del classico frutto.
  4. Avena. Anche l’avena apporta fibre: placa il senso di fame mantenendoci appagati a lungo e fornisce importanti nutrienti. Contiene amminoacidi essenziali necessari per la sintesi proteica ed ha un basso indice glicemico. In sostanza, assumendola i livelli di zucchero nel sangue crescono lentamente. Inoltre, si distingue tra i cereali per il buon contenuto proteico, ne contiene fino a 17 grammi su 100 di alimento.
  5. Salmone. Il salmone contiene proteine di alto valore biologico. Questo significa che è in grado di fornire gli aminoacidi essenziali che l’organismo non può sintetizzare da solo. Ricco di omega 3 e grassi polinsaturi, abbonda di vitamine e sali minerali tra i quali potassio, magnesio e ferro. Questi ultimi sono utili per combattere la stanchezza fisica ed anche quella mentale.
  6. Datteri. Fibre, potassio, zuccheri sono tra i valori nutrizionali dai quali i datteri sono caratterizzati. Si possono gustare da soli, ma sono ingredienti rinomati di tantissime ricette fit, come i frullati, i porridge ed i brownies. Essendo ricchissimi di zuccheri, costituiscono un ottimo snack quando si ha bisogno di energia.