La leggenda del pollo fritto di Nashville

12 Agosto 2021

Il pollo fritto di Nashville è un piatto molto amato non soltanto nella stessa capitale dello Stato del Tennessee, ma in tutti gli Stati Uniti. E da qualche tempo la ricetta si sta diffondendo pure in Europa, riscuotendo crescenti consensi in particolare nel Bel Paese. La sua particolarità? È piccante. Molto, moltissimo. Reso tale da una salsa a base di pepe nero di Caienna. Proprio questa caratteristica ci conduce alla leggenda relativa alla sua creazione. Tenetevi forte.

Una punizione per il donnaiolo

Sì, pare proprio che le origini del Nashville hot chicken coincidano con una questione di gelosia. Vera oppure no, la storia è affascinante e risale agli anni Trenta. Parecchio conosciuto in città era, all’epoca, un uomo di nome Thornton Prince III. Un inguaribile donnaiolo, nonostante fosse felicemente fidanzato. Insomma, la sua notorietà si spiegava col gran successo che riscuoteva fra le donne. Si dice che un sabato notte tornò a casa parecchio tardi; sicura che si fosse intrattenuto con una delle sue numerose amanti, e stanca anche del fatto di essere lasciata sola così a lungo e così spesso, la sua fidanzata decise di punirlo. Così, la mattina successiva gli offrì per colazione il pollo fritto, ovvero la sua pietanza prediletta. Ma lo cosparse con un’abbondante dose di pepe di Cayenna e semi di senape. Sperava che quel sapore così piccante lo facesse piangere come un bambino.

La reazione imprevista

Invece no, Thornton Prince non pianse affatto. Anzi, quel pollo fritto così piccante e speziato gli piacque da matti e pregò la fidanzata di prepararne dell’altro per la sua famiglia e per gli amici. la reazione, invece che da lacrime, fu di grande entusiasmo Qualche anno dopo si dedicò al perfezionamento della ricetta coi suoi fratelli e tutti insieme aprirono il Prince’s Hot Chicken: il nome è decisamente significativo. Fu un successo, gli affari andarono bene fin da subito. Per tanti, il pollo fritto piccante divenne un must. E le cose non sono cambiate. Certo, nel corso del tempo altri locali si sono specializzati nella preparazione di questo piatto ormai considerato simbolico, ma il Prince’s Hot Chicken resta un’istituzione: “La pronipote di Thorton Prince, la signora Andre Prince Jeffries – si legge nella home page del sito ufficiale – sta ancora servendo il leggendario piatto che i Nashvillians bramano”. Ma la fidanzata di Thornton Prince III? Niente, si rassegnò al fallimento del suo piano. E poi la relazione naufragò.