Mangeresti questi 5 animali esotici?

14 Agosto 2021

Fino a qualche tempo fa chi mangiava rane o lumache era considerato un soggetto quanto meno particolare, un pizzico stravagante, certamente amante dell’esotico. Poi sono arrivate, a ondate, la moda della carne di struzzo e di quella di bisonte, ma siamo ancora lontani anni luce dai parametri di alcune parti del mondo. In giro per il pianeta infatti gli animali strani da mangiare, almeno dal nostro punto di vista, sono ancora numerosi e di ben altro tenore. Abbiamo fatto una ricognizione sul web, questi sono alcuni dei risultati ottenuti, preparate gli stomaci.

  1. Pesce palla. Di per sé il pesce palla non è un animale particolarmente strano da mangiare, se non fosse che è altamente velenoso. Il problema vero è come viene lavorato: il fugu, così si chiama in Giappone, può essere una pietanza mortale se non preparato a dovere. Sembra però che ne valga la pena.
  2. Coccodrillo. Il coccodrillo ha carni bianche, magre e ricche di omega 3. Si tratta quindi di un alimento salutare, ma quello che non è chiaro è che sapore abbia. C’è chi dice che il gusto assomigli a quello delle rane e chi lo riconduce a quello del pollo o addirittura un mix tra pollo e granchio.
  3. Canguro. Sembra non essere esattamente tenera, ma comunque molto saporita e con un che di selvatico la carne di canguro. Adatta a essere stufata, brasata o in ogni caso cucinata a lungo. È da provare sotto forma di pie, cioè di torta salata.
  4. Serpente. Che siano d’acqua o di terra, velenosi o meno, corti o lunghi non importa, praticamente tutte le tipologie di serpente sono commestibili e sono da provare arrostiti, brasati o in brodo. Tra l’altro del serpente si mangia la carne, la pelle e anche il sangue. Insomma, così come del maiale, non si butta via nulla.
  5. Cimici, formiche, larve e insetti vari. Tra cimici, formiche, larve o insetti vari che cosa sareste disposti ad assaggiare? In giro per il mondo abbiamo trovato spiedini di scorpioni, grilli e tarantole fritti, cracker alle vespe, cimici in salsa, ma forse una delle cose più difficili da mangiare rimane la larva, come quella del punteruolo rosso della palma, che si mangia prelevandola direttamente dalla pianta, allo spiedo e a mo’ di involtino arrotolate all’interno di foglie. Consoliamoci con il fatto che sono ricche di proteine.