Cheese 2021, i formaggi tornano a Bra

10 Settembre 2021

Di nuovo a Bra, e finalmente di nuovo in presenza, sarà la nuova edizione di Cheese. Dal 17 al 20 settembre prossimi, insieme a Slow Food e con il sostegno della Regione Piemonte per ottemperare con correttezza a tutte le normative anti-Covid, Torna a Bra, dal 17 al 20 settembre, Cheese, l'evento internazionale dedicato ai formaggiarriva il 13esimo appuntamento con il più grande evento internazionale dedicato ai formaggi a latte crudo e alle forme del latte. Tema di quest’anno è Considera gli animali. Dalle razze da latte, alle api, a tutti gli impollinatori indispensabili per l’allevamento al pascolo, l’idea è quella di raccontare il regno animale e le connessioni con l’attività dell’uomo per la produzione casearia. In 4 giorni, caseari, pastori, formaggiai e affinatori racconteranno, attraverso i propri formaggi, i loro metodi produttivi che mettono insieme la qualità delle materie prime, il benessere animale e la tutela del paesaggio. Perfino con un percorso etologico dedicato a grandi e piccini.

Il Mercato e la Gran sala dei formaggi

Per parlare con tutti i protagonisti basta girellare nel grande Mercato dei formaggi e tra le bancarelle dei Presìdi Slow Food. Ma anche nella Gran sala dei formaggi e nell’Enoteca, dove abbinare ai tanti prodotti a latte crudo un buon calice di vino, da scegliere tra 300 etichette. Tutti i caci in vendita sono esclusivamente a latte crudo, mentre i produttori di formaggi naturali, che non fanno uso di fermenti, mostrano una segnalazione speciale. Per questa tredicesima edizione sono tanti anche i produttori e affinatori internazionali, provenienti da Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svezia e Svizzera. Novità di quest’anno, ogni giorno la Gran sala propone una scelta di cinque diversi piccoli plateau studiati come viaggi avvincenti tra territori, razze e tipologie.

Food truck e birrifici artigianali

Come ogni anno, distribuite tra piazze e cortili, sono presenti le Cucine di Strada e i food truck. Tra gli altri ci sono Quelli della bombetta, con gli intramontabili involtini di capocollo di maiale farciti di formaggio canestrato pugliese, il Consorzio della focaccia di Recco col formaggio. Da Ascoli Piceno, le mitiche olive all’ascolana e tanti altri fritti golosi di Migliori Olive all’ascolana, e i gelati ai gusti dei Presìdi Slow Food con Dalpian agrigelateria. Per dissetarsi, invece, i birrifici artigianali, tra cui il Birrificio 61cento di Pesaro e il laziale Birra Terra di Lavoro.

I laboratori del gusto

Per saperne di più, come da tradizione, le aule delle scuole di Bra ospiteranno i Laboratori del Gusto, dedicati ai formaggi italiani e internazionali e alle proposte dei cuochi dell’Allenza e al mondo degli affinatori, con formaggi in abbinamento a pani, vini e birre, e i percorsi educativi di Slow Food pensati per grandi e piccoli. Ventinove i laboratori previsti, tra Bra e Pollenzo, nella Banca del Vino, per far emergere soprattutto lo stretto legame tra formaggio e territorio.

Gli Appuntamenti a tavola

Infine, per concludere la giornata, l’appuntamento è al ristorante Garden dell’Albergo dell’Agenzia di Pollenzo. Qui gli Appuntamenti a tavola vedono protagonisti cuochi selezionati da Slow Food e la loro personale interpretazione del territorio, degli ecosistemi e della biodiversità attraverso tutte le forme del latte.