10 plumcake che non possono mancare nella tua colazione

13 Settembre 2021

A forma di parallelepipedo, soffice e profumato, gustoso nella sua genuinità, il plumcake è inconfondibile. Si tratta di un dolce appartenente alla tradizione tedesca, le cui origini risalgono addirittura al Settecento. Quindi antico, sì, ma decisamente evergreen e da molto, molto tempo apprezzato anche in Italia. L’impasto è a base di lievito, farina, uova e zucchero; la ricetta, però, può essere completata nei modi più diversi. Ecco le versioni che più ci piacciono, soprattutto per la colazione.

  1. Plumcake alle ciliegie. È profumatissimo e si prepara davvero in pochi minuti. Le ciliegie possono anche essere sostituite dalle amarene e c’è un segreto che lo rende ancora più soffice: lo yogurt. Non occorre utilizzare, invece, né burro né olio.
  2. Plumcake con noci e limone. Una versione perfetta per chi ama sperimentare abbinamenti insoliti. Anche in questo caso, la difficoltà è sostanzialmente pari a zero. La presenza della frutta secca, inoltre, aiuta a fare il pieno di energia per cominciare al meglio la giornata.
  3. Plumcake alle mandorle. Questo è un plumcake molto particolare, perché nella ricetta non figura la classica farina 00 bensì quella di mandorle. Di conseguenza, rappresenta una perfetta soluzione per gli intolleranti al glutine. E non si pensi che il risultato sia pesante o pastoso, perché la leggerezza e la morbidezza sono invece garantite.
  4. Plumcake con albumi e ricotta. Ecco un ottimo modo per utilizzare gli albumi avanzati. Questa ricetta non prevede l’utilizzo né dei tuorli, né del burro. In compenso c’è la ricotta che regala una consistenza morbida e aggiunge delicatezza al sapore. Da provare assolutamente.
  5. Plumcake con banane, noci e cioccolato. Ok, questo plumcake non può essere definito leggero. Però qualche peccato di gola è sempre lecito, soprattutto a colazione. E poi la bontà della ricetta è un’esperienza da vivere, ve lo assicuriamo. I bambini ne vanno matti e gli adulti non sono da meno.
  6. Plumcake  con mirtilli e arancia. Il connubio mirtilli e arancia regala a questo plumcake delle note acidule che convincono anche i più esigenti. Ritroviamo poi lo yogurt bianco, che rende l’insieme più soffice e invitante. Il tocco in più? Lo zucchero a velo, per ricoprire la superficie una volta che il dolce si è raffreddato.
  7. Plumcake  al muesli. Ecco un’altra variante che cattura l’attenzione per la sua originalità. Il muesli sembra non avere nulla a che vedere con il plumcake, invece il sodalizio è vincente: provare per credere. E poi ci sono le albicocche secche, che rendono il tutto ancora più goloso e accattivante. Una ricetta adatta anche ai vegani.
  8.  Plumcake al cocco. La farina incontra il cocco rapè per dare forma e sostanza a un plumcake che mette tutti d’accordo. Volendo, si può anche utilizzare la farina di cocco. In ogni caso il sapore è intrigante, una fetta tira l’altra e la giornata inizia all’insegna del buonumore.
  9. Plumcake  alle mele. Ci ricorda un po’ la torta di mele della nonna, è il massimo quando le temperature cominciano a scendere e ritroviamo il piacere di sorseggiare una tazza di tè o una tisana calda. Ecco, questo plumcake è l’accompagnamento perfetto. La varietà di mele più indicata? Renette.
  10. Plumcake con fichi e cioccolato. Un plumcake ricco, sostanzioso, profumato, merito anche della cannella e delle mandorle a lamelle. I fichi possono essere freschi oppure secchi, da far rinvenire con acqua e rum. Il cioccolato è fondente e si aggiunge anche un po’ di cacao amaro.