Home Chef Identità Golose 2021: tutti gli appuntamenti del week end

Identità Golose 2021: tutti gli appuntamenti del week end

di Alessandra Gesuelli

Tutto il programma del week end di Identità Golose 2021: il tema della manifestazione quest’anno è Costruire un Nuovo Futuro: il Lavoro.

Un programma fitto di eventi articolato in dieci sezioni tematiche, una in più dello scorso anno. Sui diversi palchi delle sale di Identità Golose 2021, dal 25 al 27 settembre al MiCo di Milano, tornano a incontrarsi dal vivo i protagonisti del mondo enogastronomico italiano, tanti chef nazionali, internazionali, produttori e aziende. Vediamoli in dettaglio.

Il futuro del settore in Sala Auditorium

Al centro del congresso di quest’anno è il tema Costruire un Nuovo Futuro: il Lavoro. Nella grande Sala Auditorium intervengono su questo diversi ospiti. Sabato 25 settembre si inizia con il curatore e direttore artistico Davide Rampello. A lui segue Iginio Massari con una lezione sulla pasticceria veneta. Alle 11 palco tutto al femminile con Cristina Bowerman di Glass Hostaria, Dominga Cotarella dell’azienda Famiglia Cotarella e Tiziana Fava di Big Mamma Group. A seguire si parla del Nuovo presente di Pepe in Grani con Franco Pepe, intervistato da Leopoldo Gasbarro direttore di Wall Street Italia. Chiude la mattinata l’incontro su Tutti i futuri che vivremo in compagnia dei Ceo Stefaan Anckaert di Birra del Borgo, Enrico Berto di Berto’s, Stefano Marini per Gruppo SanPellegrino, di Nicola Bertinelli presidente Consorzio del Parmigiano Reggiano, Giuseppe Lavazza, vicepresidente Lavazza e Chiara Quaglia, Ceo Petra Molino Quaglia. Nel pomeriggio c’è Alain Ducasse, con un intervento, in qualità anche di Brand President di les Collectionneurs, insieme a Xavier Alberti e Carole Pourchet, Presidente e General Manager dell’associazione. Chiudono la giornata Enrico Bartolini, che parlerà del suo lavoro al Mudec, e l’imprenditore Joe Bastianich.

Domenica 26 settembre sul palco arrivano Carlo Cracco, Antonia Klugmann, Corrado Assenza, Massimiliano Alajmo, Davide Oldani, Moreno Cedroni, Pino Cuttaia, Gianfranco Pascucci, Michelangelo Mammoliti, e Paulo Airaudo dalla Spagna. In programma anche un omaggio ad Andrea Paternoster, il “re del miele” scomparso di recente: ne ricorderanno la figura Assenza e Alajmo, insieme ad Alfio Ghezzi. Lunedì 27 a intervenire sul tema del congresso, nella mattinata della Sala Auditorium, è Massimo Bottura e con lui altri big: Riccardo Camanini, Josep Roca e Niko Romito.

Pasta e Gelato protagonisti

Tornano anche le amate sale di Identità di Pasta, in collaborazione con Pastificio Felicetti, e Identità di Gelato, in collaborazione con Motor Power. Ad aprire le danze sul mondo della Pasta, sabato 25 settembre è Carlo Cracco a cui segue Andrea Berton. Chiude la mattina Antonio Biafora di Hyle. Nel pomeriggio Antonio Ziantoni del Zia, Domingo Schingaro del Due Camini di Borgo Egnazia e Takeshi Iwai di Aalto. Nella Sala di Identità Gelato apre la giornata del 25 settembre Martina Caruso del Signum di Salina e chiude i lavori Marco Pedron di Cracco in Galleria.

Pasticceria e Sala

Domenica 26 settembre, sette grandi pasticceri sono sul palco di Pasticceria Italiana Contemporanea, in collaborazione con Petra Molino Quaglia e Valrhona e sono: Corrado Assenza, Fabio Longhin, Nicola Olivieri, Luca Lacalamita, Francesca Castignani, Pino Ladisa e Gianluca Fusto. Torna infine Identità di Sala, dopo il successo degli anni scorsi, con ospiti di prestigio internazionale. Tra questi Josep Roca, sommelier de El Celler de Can Roca che dialogherà con Alessandro Tomberli, direttore di sala dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze. Tra i momenti di Identità di Sala anche uno dedicato all’ospitalità 5 stelle con Salvatore Madonna, Ceo del Byron di Forte dei Marmi e Plaza e de Russie di Viareggio; Laura Di Bert, direttore Pubbliche Relazioni Belmond Italia, Spagna e Portogallo; Alfonso Pacifico, General Manager di Belmond Hotel Caruso di Ravello e Valeriano Antonioli, Ceo di Lungarno Collection.

Il Futuro è oggi

Domenica 26 settembre ci saranno anche le sette lezioni della nuova sezione dedicata al Futuro è oggi, con nomi emergenti e non. Al mattino si parte con Matteo Baronetto e Maicol Vitellozzi, Del Cambio di Torino, a seguire Matias Perdomo e Simon Press, di Contraste, Exit Gastronomia Urbana e Exit Pastificio Urbano; poi Errico Recanati, da Andreina a Loreto, Roberto Campitelli, da L’Osteria di Monteverde a Roma e Francesco Pompetti, da Impastatori Pompetti di Roseto degli Abruzzi. Nel pomeriggio Cesare Battisti del Ratanà è con Gianni Tarabini, La Preséf della Fiorida a Mantello. Ci sono poi Francesco Capuzzo Dolcetta, Guglielmo Chiarapini e Mario Sansone di Marzapane di Roma. Alle 16.30 Alberto Quadrio delle Cucine Nervi a Gattinara. La giornata termina con Stefano Bizzarri e Davide Di Fabio, Dalla Gioconda, a Gabicce Monte, e Jacopo Malpeli, dall’Osteria del Viandante a Rubiera, Reggio Emilia.

Dessert, Cucina naturale, Formaggio e Pizza

Lunedì 27 settembre, nel pomeriggio si parla di dolci con Dossier Dessert, in collaborazione con Valrhona, riflettori puntati sul rapporto tra alta ristorazione e pasticceria con Enrico e Roberto Cerea e Simone Finazzi di Da Vittorio, Mauro Uliassi e Mattia Casabianca da Uliassi e infine Dal Ristorante Duomo di Ragusa, Ciccio Sultano e Fabrizio Fiorani. Nelle altre aule, focus su Identità Naturali, in collaborazione con Mielizia, con cinque interventi d’eccezione con Gino Fabbri, Gianluca Gorini e con una lezione sull’Extravergine d’Oliva ci sono Pietro Agostino de La Capinera, Philippe Léveillé di Miramonti L’Altro e Marco Stabile di Ora d’Aria. Identità di Formaggio, in collaborazione con il Consorzio del Parmigiano Reggiano, prevede quattro lezioni da non perdere, con Francesco Vincenzi di Franceschetta 58, Jessica Rosval di Casa Maria Luigia, Philippe Léveillé di Miramonti L’Altro e Isabella Potì di Bros, a Lecce. Identità di Pizza, in collaborazione con Petra Molino Quaglia, mette in campo ben otto relatori tra grandi maestri e volti giovani. Tra questi Simone Padoan, Cristian Marasco, Pier Daniele Seu e Francesco Martucci.

Identità di Cocktail

Nei tre giorni del congresso, spazio anche ai cocktail e alla miscelazione per una delle sezioni più nuove del congresso, cresciuta nel tempo, realizzata in collaborazione con Bibite Sanpellegrino e Perrier. Tra gli ospiti di sabato 25 settembre Emanuele Balestra, bar manager dell’Hotel Barrier Le Majestic e Mattia Pastori di NonsoloCocktails. Domenica 26 settembre sempre Pastori è con Franco Aliberti di Anima. Nel pomeriggio ci sono, tra gli altri Alexander Frezza de L’Antiquario di Napoli, Benjamin Cavagna e Carlo Dall’Asta del 1930 Cocktail Bar, presente al n° 25 nella classifica The World’s 50 Best Bars. Lunedì 27 settembre arrivano due maestri della miscelazione italiana all’estero: Agostino “Ago” Perrone e Giorgio Bargiani, rispettivamente Director of Mixology e Head Mixologist del The Connaught di Londra, primo al mondo ai World’s 50 Best Bars. Sul palco anche due maitre e sommelier di peso della ristorazione italiana, Nicola dell’Agnolo di Il Luogo di Aimo e Nadia e Vincenzo Donatiello di Piazza Duomo.