Home Cibo Non buttate le bucce di castagna: ecco come usarle

Non buttate le bucce di castagna: ecco come usarle

di Nadine Solano

La castagne sono davvero buone ma di solito buttiamo via le bucce: volete qualche metodo per utilizzarle? Eccolo qui.

Ci siamo, è finalmente tornato il tempo delle castagne. Il tempo di gustarle arrostite, al forno, bollite ma anche renderle protagoniste di raffinate e appaganti ricette. C’è una cosa, però, che invece non bisognerebbe fare: buttare le bucce. Perché possono essere utilizzate in diversi modi, tutti molto interessanti. Pronti a prendere nota?

  1. Riflessante naturale per capelli castani. Ecco un metodo naturale e a costo zero per rendere più luminosi i capelli castani, donando loro anche riflessi leggermente ramati. Occorre semplicemente far bollire per circa mezz’ora le bucce di 10-15 castagne in una pentola contenente 1,5 litri di acqua, coprendola con un coperchio e mantenendo la fiamma bassa. Dopo di che si filtra il decotto, servendosi di un colino a maglie strette o di una garza, e lo si lascia raffreddare per usarlo come ultimo risciacquo dopo lo shampoo. In frigo si conserva per una settimana.
  2. Un compost per le piante. Le bucce delle castagne possono essere utilizzate anche come concime naturale per le piante: basta sminuzzarle e mescolarle al terriccio. Per arricchire il compost domestico suggeriamo di aggiungere bucce di frutta e verdura, fondi di the o caffè, gusci di uova. Un’altra dritta? Servirsi delle bucce di castagna per creare un letto drenante sul fondo dei vasi.
  3. Tisana rilassante. Una tisana insolita, perfetta per le serate autunnali e dal potere rilassante, si prepara mettendo nel bollitore un litro di acqua e 30 grammi di bucce di castagne (raddoppiando le dosi se necessario). Sono sufficienti 5 minuti di attesa. Per dolcificare e rendere la bevanda ancora più profumata, l’ideale è il miele. Possibilmente di castagno.
  4. Per rinforzare le ciglia. Ebbene sì, le bucce di castagna possono servire anche a rinforzare le ciglia. Volete provare? Versate in un pentolino 250 cc di acqua, portate a ebollizione e unite 20 grammi di bucce. Lasciate passare 10-15 minuti, spegnete il fuoco, filtrate e fate intiepidire. Aggiungete un cucchiaio e mezzo di olio extravergine di oliva e mescolate con cura. Passate il composto sulle ciglia usando l’apposito pettinino, almeno per 10 giorni di seguito, la sera prima di andare a dormire. Il liquido si conserva in una bottiglietta di vetro con chiusura ermetica. Se le ciglia sono chiare, però, è meglio evitare per via dell’effetto leggermente scurente.