Home How to 10 regali dell’ultimo minuto salva-Natale

10 regali dell’ultimo minuto salva-Natale

di Silvia Fratini

Se avete dimenticato di fare i regali o non avete avuto tempo sufficiente per acquistare tutto, ecco 10 idee salva-Natale che vi aiuteranno.

Se lo scambio di doni vi sorprende ogni anno come l’annuncio del primo lockdown, il reperimento dei regali può provocare ansia in aumento, come la polvere sotto il divano. Per risolvere il problema a volte basta poco. Come? Con molte delle cose che si hanno in casa: della farina, qualche carta da regalo carina, un forno acceso e un po’ di buona volontà – ma per quella basta mettere qualche canzone di Natale in sottofondo. Ecco allora 10 regali fatti in casa per salvare lo scambio di regali dell’ultimo minuto.

  1. Cioccolata calda fatta in casa. Avete mai pensato a quanto sia facile mettere insieme un preparato per la cioccolata in tazza? Procurandosi della cioccolata fondente da ridurre in scaglie, della fecola di patate e del cacao amaro in polvere, tutto nelle stesse proporzioni, si è già a metà dell’opera. Potete presentarlo in un barattolo di vetro chiuso da rafia, oppure in un sacchetto inserito in una tazza regalo: con le istruzioni – due cucchiai per 200 gr di latte – e l’augurio di un Natale dolce avete concluso il lavoro.
  2. Cookies con gocce di cioccolato. Sempre in tema di cioccolato, non può non essere apprezzato un regalo come i cookies, ormai un classico delle merende. Oltre alla ricetta, è necessario un forno caldo, tanto burro e poca manualità. Per la confezione regalo armatevi di sacchetti di plastica, bustine natalizie e tanti fiocchi, oltre che a qualche bel biglietto di auguri.
  3. Cantucci. I biscotti, lo abbiamo capito, sono una soluzione facile e apprezzata. I cantucci, poi, sono anche meglio: da preparare in versione dolce o salata sono un salvaregalo che non richiede neppure il tagliabiscotti, solo abbondanti quantità di frutta secca e pazienza al momento del taglio. Un bel barattolo o una scatola in latta aiutano al bisogno.
  4. Muffin alle noci. Questi sono alle noci e sensi di colpa, ma potete prepararli in infinite declinazioni, a seconda del destinatario: le varianti dolci vanno dal cioccolato alla zucca, alle nocciole, al caffè fino allo yogurt. Sul salato le più riuscite coinvolgono pecorino, parmigiano, pomodori secchi e patate. Per una versione gourmet provate con il cruffin, un incrocio tra la pasta brioche del muffin e la sfoglia del croissant.
  5. Vin brulè in barattolo. Per gli amanti del periodo invernale non ci sono dubbi: è sempre il momento del vin brulè, anche senza mercatini di Natale in vista e con 15 gradi esterni. A loro potete dedicare un barattolo pieno di spezie e profumi: chiodi di garofano, cannella, anice stellato, zucchero, ginepro, buccia d’arancia e fettine di mela – entrambe essiccate. Per le istruzioni da allegare, basta poco: aggiungere vino rosso corposo e, per i più estrosi, un goccio di cognac.
  6. Granola. Un regalo del genere denota amore per colui che lo riceve: la ricetta della granola richiede attenzione e tempo per la preparazione, ma è talmente buona che il regalo lo farete anche a voi stessi nel prepararla. Oltre ad essere un’ottima colazione, è uno spuntino croccante perfetto nei pomeriggi invernali, si conserva a lungo e bastano un bel fiocco o un barattolo per risolvere il problema regali last minute.
  7. Zuppa di legumi in barattolo. Tra tanti dolci, un pensiero salato. Un regalo che risponde a molti profili: l’amico salutista, la vicina veg, la collega sempre di corsa. Una pasta e fagioli in barattolo pronta da cuocere, ad esempio: alla base del barattolo si dispongono i cannolicchi, poi tre tipi di fagioli – cannellini, bianchi e rossi – e si conclude con una bustina di spezie e aromi per completare il piatto aglio e cipolla, prezzemolo e peperoncino. Non potranno non ringraziarvi per il pensiero e per il salvacena.
  8. Torta in tazza. Come gran parte delle preparazioni che arrivano da oltreoceano, anche questa versione di torta preparata e cotta direttamente nella tazza o nella mug da caffè minimizza i tempi e i livelli di caos in cucina. Essenziale avere un microonde per la preparazione: a monte, dovete solo mescolare sei cucchiai di farina, tre cucchiai di latte e tre di zucchero, due di olio, un uovo e un tocco di lievito direttamente nella tazza da regalare, mescolando prima gli elementi secchi e poi aggiungendo quelli liquidi. Qualsiasi variazione è ammessa, basta passare poi il microonde a massima potenza per 2-3 minuti e il regalo è fatto.
  9. Confettura. Il regalo dei regali: un barattolo di confettura fatta in casa. Che sia di arance, clementine, mango e frutto della passione, zucca, pere, nespole, marroni o melograno, andate sul sicuro. Per chi cerca una variante, provate le confetture salate o le versioni per i formaggi, come le composte di cipolle caramellate o i finocchi in agrodolce.
  10. Zuccherini alcolici. Il regalo dal miglior rapporto impegno – risultato. Il segreto sta nel tempo: il barattolo non va aperto prima di qualche settimana, poi uno dei grandi classici da fine pasto sarà pronto. Le aromatizzazioni sono tante, ma le migliori rimangono arancia e stecche di cannella, salvia, rosmarino e menta, anice stellato oppure Erba Luisa. Tutto quello che c’è da fare è mettere delle zollette di zucchero in un barattolo di vetro, disporre le spezie o gli aromi scelti, ricoprire con alcool a 90°/95° ed aspettare tre o quattro settimane. Al momento del consumo, si dà fuoco al cubetto per consumare l’alcool e il gioco è fatto.