Home How to 10 ricette lunghe da preparare durante le feste

10 ricette lunghe da preparare durante le feste

di Stefania Leo

Le feste di Natale sono il momento perfetto per dedicarsi alla cucina in famiglia. Ecco 10 le ricette lunghe che da preparare.

Cucinare non significa solo preparare da mangiare, ma anche condividere saperi ed emozioni: le vacanze natalizie sono il momento ideale per farlo. È proprio durante le lunghe giornate invernali, durante le feste natalizie, che mamme e nonne tramandavano a figli e nipoti i saperi culinari della famiglia. C’è tempo, fuori è buio e freddo: in quei momenti di quiete, mettere le mani in pasta per realizzare biscotti fragranti e torte golose è uno dei passatempi più amati. Abbiamo raccolto 10 ricette per cui prendersi il pomeriggio libero

  1. Lievito madre. Durante la quarantena abbiamo imparato ogni cosa sul lievito madre. Magari ce lo siamo fatti regalare e, tornati fuori, lo abbiamo dimenticato in frigo, lasciandolo morire. Le festività natalizie sono il momento migliore per rimboccarsi le maniche e crearne uno tutto nostro. Il processo di avvio richiede costanza e pazienza, ma la soddisfazione che dà negli impasti è impagabile. Qui le istruzioni per iniziare.
  2. Pane. Il pane fatto in casa richiede tempo e pazienza. Tra l’impasto e il taglio della prima fetta possono passare anche dei giorni. Tutto dipende dal metodo di panificazione scelto. Noi ci siamo affidati a Luca Fabbri, chef, docente e formatore in arti bianche, che ci consiglia di partire dalla parte liquida, dove andremo a sciogliere il lievito. Per i passaggi successivi, cancellate ogni impegno in agenda.
  3. Ragù alla genovese. Iniziamo col dire che questo si tratta di un piatto unico in cui, inclusa nella ricetta, c’è anche la profumazione di tutti gli ambienti della casa. Infatti, la preparazione tipica della cucina napoletana richiede l’uso di un chilo di cipolle, che non perdonano. Tuttavia questa ricetta, che risale al XV secolo, coinvolge pasta e carne in un sugo ricavato dalla cottura stessa del pezzo. Tutto va stufato lentamente finché la carne sarà diventata morbidissima e il sugo avrà acquisito un bel colore ambrato e una consistenza densa e compatta. Qui tutti i passaggi della ricetta.
  4. Baozi. I baozi ripieni di maiale sono dei panini cotti a vapore tipici della cucina cinese, utilizzati per colazione, snack o antipasto. Instagram ha colonizzato le nostre menti con le immagini di questi bocconcini bianchi e sugosi che, per chi non abita a Milano o a Roma, rischiano di restare un miraggio. Allora perché non coinvolgere grandi e piccini nella preparazione di questo piatto succulente e adatto a tutti? Ecco qui la ricetta.
  5. Brodo di carne. Il brodo di carne è una preparazione di base della cucina italiana, si realizza con diversi pezzi di carne e ortaggi. Ma, come per la Genovese, è una preparazione che ha bisogno di tempo e pazienza. La lunga cottura permette a sostanze idrosolubili contenute nel muscolo di sciogliersi e di mescolarsi all’acqua di cottura. Ma per i primi 30 minuti di cottura la carne non perde che una piccola parte di queste sostanze. Più la cottura si prolunga più il liquido di cottura acquista in concentrazione. Occhio al sale: aggiungetene poco per volta o rischiate di guastare il risultato finale. Qui un video della ricetta step by step.
  6. Zuppa di cipolle. La zuppa di cipolle alla francese è una ricetta perfetta per la cena di un giorno freddo di autunno o inverno. Anche in questa preparazione il biondo bulbo regna sovrano. Dopo aver tagliato le cipolle a fette sottilissime, si passa a sciogliere il burro, abbandonato il tutto a una lenta cottura. Poi bisognerà setacciarla e tenerla in caldo, prima di completare la preparazione con formaggio, grana e uova, prima di passare alla gratinatura in forno. Qui tutti i passaggi.
  7. Trippa al pomodoro. Il quinto quarto è uno dei food trend che da diversi anni ha invaso le cucine dei ristoranti. Possiamo cogliere il tempo natalizio per cimentarci in questa lunga preparazione, che richiede attenzione soprattutto nella fase di preparazione della materia prima. La pulizia della trippa, infatti, è il primo e più delicato passaggio. Il resto, come potete leggere qui, è tutta strada in discesa.
  8. Baccalà mantecato. Il baccalà mantecato è una specialità molto amata soprattutto in Veneto. Ma la facilità di conservazione di questo pesce lo ha reso protagonista di tantissimi ricettari regionali. Da Nord a Sud ogni famiglia ha una sua ricetta dedicata al baccalà o almeno una variante della versione mantecata. Ecco alcune delle declinazioni della famosa ricetta vicentina.
  9. Pasta Sfoglia (e quindi Croissant). Famosa e largamente utilizzata, la pasta sfoglia è anche una delle preparazioni più laboriose in pasticceria. Infatti, l’impasto richiede lunghi tempi di riposo, che permettono di mantenere una buona sfogliatura. È ricca di burro, quindi non proprio la preparazione ideale per chi è a dieta. Realizzare la pasta sfoglia (qui la ricetta), significa anche avere a disposizione una base per preparare sfogliatissimi croissant: il passatempo ideale per i lunghi pomeriggi a casa e le pigre mattine in cui far colazione in famiglia.
  10. Babà. La torta babà è un dolce lievitato tipico della tradizione napoletana inzuppato dalla bagna al rum e decorato con frutti di bosco e crema al mascarpone. Tra impasto, lievitazione e decorazioni, è necessario avere a disposizione un po’ di tempo. Ma misurarsi con questa istituzione della cucina napoletana può dare grandi soddisfazioni (ma anche immense delusioni). Provate a prepararlo, seguendo la ricetta passo dopo passo qui.