Home Mangiare Ristoranti Covid, in vigore da oggi le nuove regole super green pass

Covid, in vigore da oggi le nuove regole super green pass

di Marta Manzo

Dal 10 Gennaio entrano in vigore le nuove regole per locali, trasporti, palestra, musei e molto altro: ecco quali sono.

Entrano in vigore in tutta Italia, da oggi, le nuove regole previste dal decreto legge approvato il 5 gennaio scorso e legate al super green pass, sempre più stringenti. Il certificato verde rafforzato, che si ottiene soltanto con vaccinazione o guarigione dal Covid-19 diventa ancor più stringente, modifica infatti ulteriormente la possibilità dell’accesso ai servizi per chi ancora non si è sottoposto a vaccinazione. E lo fa almeno fino al 31 marzo 2022, data in cui, se non ci saranno ulteriori proroghe, si concluderà lo stato d’emergenza.

Le novità del super Green Pass

Bar, ristoranti, strutture ricettive

Il super green pass era già necessario per le consumazioni al banco e al tavolo al chiuso, ma da oggi sarà obbligatorio anche per le consumazioni all’aperto. Serve, inoltre, la certificazione verde rafforzata per alloggiare nelle strutture ricettive e, di conseguenza, per usufruire di servizi di ristorazione interni, al chiuso o all’aperto. Serve anche per l’accesso ai centri benessere e ai centri termali, salvo che per livelli essenziali di assistenza o attività riabilitative e terapeutiche.

I trasporti

Da oggi il certificato verde rafforzato serve per utilizzare i mezzi di trasporto, pubblici o privati, di linea. Obbligatorio, quindi per prendere aerei, treni, navi e traghetti, autobus e pullman di linea che collegano più di due regioni, autobus e pullman con servizi di noleggio con conducente, mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale. Fanno eccezione alcune situazioni particolari, come i mezzi pubblici da e per le isole minori, per i quali fino al 10 febbraio sarà sufficiente il green pass base, per motivi di salute e studio, il trasporto scolastico dedicato, accessibile fino al 10 febbraio agli studenti anche sopra i 12 anni con esclusivo obbligo di indossare la mascherina Ffp2, il trasporto pubblico da e per le isole minori della Laguna di Venezia, per gli stessi motivi di salute e studio, le Regioni a statuto speciale e le Province autonome di Trento e Bolzano.

Sport

Allo stesso modo, il green pass rafforzato diventa necessario anche per l’attività sportiva o motoria, all’aperto al chiuso, in palestre, piscine, così come per l’accesso agli spogliatoi e alle docce. Vale anche per lo sport di squadra e l’attività sportiva nei circoli, così come per lo sport di contatto al chiuso. E per l’accesso agli impianti di risalita nei comprensori sciistici.

Mostre, musei, cerimonie

Oltre che per accedere a mostre, musei e luoghi della cultura, così come centri sociali e ricreativi in tutti i casi, all’aperto o al chiuso, o parchi tematici e di divertimento il green pass nella versione rafforzata è necessario per partecipare a feste a seguito di cerimonie civili o religiose, a fiere, sagre, convegni e congressi. Sempre sia all’aperto, sia al chiuso. Ed è necessario anche per l’accesso a sale di gioco, scommesse, bingo o casinò.

Vaccini: obbligo e terza dose

Come stabilito dal decreto, vige l’obbligo vaccinale per tutti coloro che hanno da 50 anni in su. E dal 1 febbraio scattano le sanzioni per chi non si vaccina. E da oggi cambiano anche i tempi per la somministrazione della dose cosiddetta booster, cioè la terza dose: sarà possibile riceverla dopo 4 mesi dalla conclusione del ciclo primario, anziché 5. E anche ai ragazzi tra i 12 e i 15 anni, inoltre, viene aperta la possibilità di somministrazione della dose aggiuntiva.