Home Cibo 5 ricette vegetariane per il Capodanno cinese

5 ricette vegetariane per il Capodanno cinese

di Marta Manzo

Per il Capodanno cinese è usanza stare in famiglia: ecco 5 ricette vegetariane da preparare per l’occasione.

I festeggiamenti per il Capodanno cinese prevedono due settimane intense. Questa festa, nota anche come Festa di primavera, consta di momenti affettivi importanti, in cui le famiglie si riuniscono in formazione allargata, per omaggiare gli antenati, per pregare e per ripulire le abitazioni dallo sporco dell’anno precedente. E fare così spazio a prosperità, felicità e buona sorte. E il 1 febbraio 2022 inizia ufficialmente l’anno della Tigre. Come tutte le festività, anche il Capodanno cinese prevede di sedersi a mangiare, soprattutto per la cena della vigilia. E di portare, sulle tavole, molti piatti tradizionali, legati proprio a questa necessità di buona fortuna per i 365 giorni a venire. Nonostante la carne sia uno degli ingredienti fondamentali di queste ricette – soprattutto il maiale è gradito simbolo di ricchezza –  vogliamo proporvi 5 piatti vegetariani, che potete replicare per festeggiare anche voi il Capodanno cinese.

  1. Chun juan, gli involtini primavera. Prendono il nome proprio dai festeggiamenti del Capodanno e sono un simbolo di ricchezza. Per prepararli avrete bisogno di sfoglia riso e di verdure come carote, cipolle, verza, germogli di soia, che avrete stufato nel wok insieme all’olio e alla salsa di soia. La ricetta la trovate qui, ma potete anche pensare a una variante con il ripieno di spaghetti. Durante i festeggiamenti del Capodanno si trovano, nella loro forma simile a un lingotto, su tutte le tavole, a simboleggiare una tonnellata d’oro, come augurio di prosperità. 
  2. Jiaozi, ravioli di verdure. Essenziali nella celebrazione del capodanno lunare, hanno anche questi la forma dell’antica moneta cinese, cioè il lingotto. Anche questi, dunque, rappresentano prosperità e fortuna. E se, normalmente, nel ripieno si trova la carne, si possono tranquillamente preparare anche in versione vegetariana, utilizzando un ripieno ben amalgamato sempre di carote, cavoli cinesi, verza, zenzero e funghi, che siano shitake o mù’ěr, (le orecchie di Giuda). 
  3. Hua Juan, i panini fiore. Questi piccoli e bellissimi panini a forma di fiore sono molto morbidi e vengono cotti a vapore. Ci vuole un po’ di manualità per dar loro la forma giusta e far sì che si aprano leggermente in cottura. Particolarmente tradizionali e apprezzati in Cina come portata per la colazione, per il Capodanno vengono riproposti come simbolo della primavera e se ne prepara uno per ogni membro della casa. Quello destinato al capofamiglia racchiude un piccolo frutto
  4. Cong you bing, i pancake al cipollotto. Più che a dei veri pancakes i cong you bing assomigliano a delle piccole piadine sfogliate ripiene, visto che vengono praticamente fritti. E si servono con una salsa a base di salsa di soia e pasta di peperoncino. Conosciuti in tutto il Paese soprattutto come street food, sono ideali anche per il capodanno. Una particolarità è che, per prepararli, si utilizza la parte finale del cipollotto, quella più verde. 
  5. Nian Gao, la torta di riso. Chiamata anche torta del Capodanno cinese, non può decisamente mancare in questa occasione. È un dolce preparato con riso glutinoso, considerato un vero portafortuna perché il suo nome è omofono di anno migliore. Ne esistono moltissime ricette, che cambiano di regione in regione. Le più famose sono le versioni di Shangai, del Fujian e quella cantonese. E partono tutte dallo stesso ingrediente: il riso glutinoso