Home Cibo 8 snack veloci da mangiare durante le serate di Sanremo

8 snack veloci da mangiare durante le serate di Sanremo

di Stefania Leo

Tra pochissimo inizia Sanremo e il tempo per cucinare sarà, ovviamente, poco: ecco delle idee veloci da sgranocchiare sul divano.

Questa settimana avrete – avremo –  poco tempo per cucinare, lo sappiamo. C’è Sanremo: tutte le energie devono essere dirette lì, verso il televisore e i social, su cui divertirsi a commentare gli outfit di Iva Zanicchi, le giacche di Amadeus, le gaffe dei cantanti e lanciare qualche pronostico sul potenziale vincitore. Andando in onda all’ora di cena, Sanremo ci mette in crisi con la domanda: cosa mangiamo stasera? Così abbiamo messo insieme qualche idea per svoltare la cena in pochi minuti. Unica regola: va mangiata rigorosamente davanti alla tv.

  1. Olive. Partiamo dalle basi: le regine degli snack sono da sempre le olive. Nere, Taggiasche, verdi e giganti come solo la Bella di Cerignola sa essere, sono perfette per iniziare una maratona televisiva come Sanremo. Le olive sono un cibo ricco di grassi monoinsaturi e polinsaturi che contribuiscono ad abbassare il colesterolo totale e a innalzare quello buono. Grazie al loro contenuto di antiossidanti, svolgono anche un’azione protettiva contrastando i danni causati dai radicali liberi. Certo, non bisogna esagerare, ma come apri-stomaco sono l’ideale.
  2. Chips di cavolo nero. Per prepararle ci vogliono 20 minuti, ma danno molta più soddisfazione delle banali patatine in busta. Olio, sale, qualche seme di sesamo (Carlotta Perego della Cucina Botanica ci aggiunge anche dello sciroppo d’acero per creare l’effetto agrodolce) e il gioco è fatto. Occhio a non sgranocchiarle troppo forte o non riuscirete ad ascoltare le canzoni.
  3. Toast. Due fette di pancarré, una sottiletta (magari di cheddar), il vostro salume preferito. Se vi va, anche una foglia di insalata. Eccola, la soluzione a ogni cena potenzialmente saltata, che sa tanto di anni ’80, di mamme indaffarate salvate dalla Kraft e dalle sue sfoglie filanti. Bastano 5 minuti di tostapane, un piatto e puoi guadagnare la tua pole position davanti alla tv.
  4. Ovoline di bufala. Potete infilzarle con una forchetta o con degli spiedini in cui le sfere candide si alternano con pomodorini, da sciacquare sotto acqua corrente. Vi piace l’idea ma non volete lo sbatti di preparare lo spiedino? Mettete tutto in una ciotola, aggiungete un filo di olio evo a crudo e volate sul divano.
  5. Pizza surgelata. Anche questo è un suggerimento per persone pigre come tappeti persiani. Acquistata la vostra pizza, non dovrete fare altro che accendere il forno e attendere. Nel frattempo, potrete mangiare tutto quello che ti abbiamo suggerito finora.
  6. Cibo etnico. Potete ordinarlo a domicilio oppure prepararlo a casa, così avrete la certezza di mangiare ramen, gyoza o involtini primavera bollenti e perfetti. Molti supermercati, tra cui Lidl, hanno riservato ampi spazi a questi cibi pronti nei loro banchi freezer. Vale anche per il sushi, che ormai è in qualsiasi banco frigo, pronto per essere portato a casa e assaporato (le bacchette sono nella confezione). L’amore del cibo asiatico non va praticato solo d’asporto o al ristorante, ma anche in cucina, vivendolo con un approccio molto da Sol Levante: acqua calda, microonde e comodità.
  7. Mini Burger vegetali. Sono la soluzione perfetta per mangiare sano e indulgere nella vita sedentaria. Il mini burger vegetale – sia esso di zucca, di spinaci, di tofu o di carne sintetica – è simpatico, compatibile con ogni regime alimentare dieta compresa, e con la mancanza di voglia di cucinare che ci assale in questa settimana. Prendeteli dal frigo, sbatteteli in padella, due minuti da ogni lato e via, dritti nel piatto. Il booster? Un tocco di senape.
  8. Pop corn dolci. Se c’è uno schermo, da qualche parte ci deve essere anche una ciotola di pop corn, per avere sempre a portata di mano qualcosa da sgranocchiare mentre Amadeus ci fa salire l’ansia con lo svelamento della classifica al rallentatore. I pop corn sono la risposta perfetta sia alla fame nervosa sia alla voglia di qualcosa di dolce. Qui vi abbiamo suggerito 5 modi per aromatizzarli, ma per questo fine serata, dopo aver cantato, riso, ricordato e magari anche ballato con i medley dei super ospiti, è il momento di coccolarci con dei pop corn dolci, fatti scoppiettare in padella con un po’ di zucchero o con l’aggiunta di cacao e arancia.