Home Cibo 12 consigli per preparare a casa la cena di San Valentino perfetta

12 consigli per preparare a casa la cena di San Valentino perfetta

di Silvia Pace

San Valentino sta arrivando e le coppie innamorate si pongono una domanda: dove mangeremo? A casa. 12 idee consigli per la cena perfetta.

San Valentino è alle porte. Chi preferisce vivere il momento più romantico dell’anno tra le mura domestiche per trascorrere una serata tutta con il partner, non deve temere: idee e consigli si sprecano. Ormai c’è grande attenzione da parte di brand e aziende per questa dimensione più intima e casalinga della giornata degli innamorati. Molte le proposte da poter seguire per una serata perfetta, anche se non si è optato per il ristorante gourmet consigliato o l’etnico sofisticato sulla bocca di tutti. In fondo, per una coppia di innamorati possono bastare due cuori e 12 consigli per preparare a casa la cena perfetta.

  1. Il menu a prova di bacio. La cena di San Valentino è sempre un momento romantico per una coppia: a patto di avere alcune accortezze nell’attimo di scegliere il menu. Meglio evitare pietanze troppo pesanti come le cipolle e i peperoni o alimenti che rischiano di rimanere incastrati tra i denti come alcuni tipi di verdure tipo il prezzemolo. Insomma, al bando tutto quello che può metterci in imbarazzo o in difficoltà.
  2. La mise en place. La tavola è un elemento fondamentale per il successo di una cena romantica. Scegliete una bella tovaglia di tessuto, potete optare per colori basic o i classici rosso e rosa per non sbagliare. Volendo, si possono cercare i tovaglioli con i cuori nei negozi di casalinghi o personalizzare quelli di tessuto con un nastrino rosso. Soluzioni ci sono anche per i piatti: ad esempio, Tognana ha fatto una linea, Love, tutta cuori. Altrimenti, si può optare per proposte luxury con i servizi di Ginori 1735: stilosissimi. Una particolare attenzione va rivolta ai bicchieri, soprattutto se la scelta per la cena cade sullo champagne, su uno spumante o su un vino, bianco o rosso, per accompagnare le pietanze. Chi apprezza il food pairing dovrà pensare al bicchiere giusto per il cocktail preferito.
  3. I fiori, un dono d’amore. Ci sono alcuni elementi che non si possono trascurare: i fiori ad esempio. Si può optare per un evergreen: le rose rosse o scegliere altri tipi di composizioni per adornare la tavola o, meglio ancora, da donare. I petali possono essere un elemento anche decorativo per la tavola, basta che il partner apprezzi. Per cucinare, invece, assicuratevi che si tratti di fiori edibili.
  4. La musica crea l’atmosfera. Per la musica, seguite l’istinto e assecondate le preferenze di entrambi. Se optate per la vostra canzone sarete sicuri di non sbagliare. Potete scegliere una compilation romantica o selezionare le canzoni a vostra scelta per una proposta più personale. Sanremo tra Brividi e dintorni, offre molti spunti per la serata.
  5. A lume di candela. Per gli amanti delle candele non c’è che l’imbarazzo della scelta: dal candelabro di design alle mini candeline che si possono comprare all’Ikea e usare in vari punti della casa. Per chi non riesce a scegliere, da Yankee Candle si può trovare il set Sakura Blossom Festival con tante fragranze. Kave Home sceglie, invece, Love ballad: un nome, un programma per lenti da ballare nella penombra. La luce soffusa ottenuta con le candele crea subito la giusta atmosfera e in tempi di caro bolletta è pure sinonimo di risparmio.
  6. Cucinare insieme. Per trascorrere la serata di San Valentino nel modo più romantico a casa un’idea può essere quella di cucinare insieme per accrescere l’affinità di coppia. Di sicuro, l’intesa sessuale ne guadagnerà. Per rendere la cena più sensuale, si può provare a mangiare usando solo le mani a patto di tenere conto di questo aspetto al momento dei piatti da scegliere. Per una cucina a tema, le Creuset L’Amour Collection ha proposto mug e cocotte dal colore rosso e stampa a cuori per dare un tocco romantico alla cucina.
  7. Champagne o cocktail. Con lo champagne impossibile sbagliarsi, si va sempre sul sicuro. Ci sono anche soluzioni pronte per l’uso: Ludovica Mascheroni propone Le Blanc, un baule Champagne per romantici brindisi. Un’alternativa: il Veuve Clicquot in versione rosè o il Pink Gold, Prosecco Doc Rosé Brut creato da Bottega. San Valentino è anche all’insegna dei cocktail. Il food pairing è sempre più apprezzato. Se non si è molto avvezzi a maneggiare lo shaker, si può optare per i cocktail ready to drink. Nio ha realizzato delle box per San Valentino, le love notes (i dolcissimi, gli intensi, i trend setter, i romantici, i complementari e gli intrepidi) proprio per venire incontro a queste esigenze. 
  8. Dolci ne abbiamo? Tutti pensano subito al cioccolato e alle praline, ma senza scomodare Iginio Massari, che comunque è una certezza, chi l’ha detto che non si possano creare o scegliere dei dolci degni di un amore così grande. Ci sono le torte a forma di cuore e i biscotti che si possono farcire a piacere giocando con panna, crema e cioccolato. Lo stampo di Lèkuè a forma di cuori è di grande aiuto. Chi ama i contrasti, può optare per la mousse a base di cioccolato e peperoncino. Per chi ama le proposte etniche originali, i biscotti cinesi della fortuna dove inserire all’interno pensieri romantici e la Persian love cake degna di un racconto delle mille e una notte: un modo per viaggiare romanticamente con la fantasia.
  9. Antipasti per cominciare bene. Stuzzichini, tartine, crostini, c’è solo l’imbarazzo della scelta: dall’insalata russa alla spuma di salmone, dalle ostriche alle tartine con uova di lompo rosse e ai cannoncini affumicati allo speck passando per i bocconcini di avocado arrostiti e i crostoni con cipolle caramellate e crema di noci per le coppie vegane. Chi ben comincia è sempre a metà dell’opera.
  10. Primi piatti. Quest’anno la moda è puntare sulla pasta a forma di cuore: da Rigacuore, il nuovo formato di pasta della Molisana fatto con grano 100% italiano, alla proposta della start up BluRhapsody che ha utilizzato la tecnologia 3D per la pasta di San Valentino con il nome di un grande successo di Elvis, Love me tender. Da abbinare, volendo, alla scritta Love. Se però siete dei convinti sostenitori della pasta ripiena fatta a casa non avete che da cimentarvi nella forma a cuore o puntare sulla pasta lunga. Da prediligere, i sughi e i condimenti a base di pesce. Anche il risotto ha sempre il suo perché: da quello degli innamorati con gamberi e pomodoro a quello rosso grazie al sapiente uso di barbabietole e gorgonzola, dal classico con aragosta e champagne al sofisticato guanciale e tartufo. 
  11. Secondi. Da provare, lo stoccafisso norvegese perché, pochi ancora lo sanno, ma è un potente afrodisiaco. Altrimenti, c’è il filetto nella versione al pepe rosa per rimanere a tema con il colore caro all’amore. Le polpette di pesce spada con un mix di paprika e pepe rosa sono belle da vedere e buone da mangiare. Un grande classico: il filetto alla Wellington riportato in auge anche poche settimane fa a Masterchef 11. La preparazione è laboriosa ma il risultato è eccellente. Altrimenti, sarà forse banale, vai di aragosta e non sbagli mai.
  12. Salvati dal delivery. Il rider meglio di cupido nel giorno di San Valentino. Ormai, il servizio si è evoluto e, dalla classica pizza a casa, punta su proposte sempre più mirate. Per San Valentino Cosaporto.it delivery, che punta sulle consegne di qualità ed è presente a Roma, Milano, Torino, Bologna, Firenze, Forte dei Marmi e Londra, propone dai classici dolci a meravigliosi mazzi di fiori, dal menu ad hoc ai drink fino alla lover box tra cioccolatini e distillati. Deluxy, il servizio di consegna a domicilio in guanti bianchi attivo a Milano e Roma scommette su romantiche colazioni a domicilio, aperitivi al tramonto e tutto quello che può rendere speciale il 14 febbraio.