Home Cibo Mercato Vs Supermercato: dove costa di più fare la spesa?

Mercato Vs Supermercato: dove costa di più fare la spesa?

di Carlotta Mariani

Il costo della vita cresce e non si fa che parlare di rincari. Vediamo allora qualche trucco per risparmiare quando si fa la spesa.

Eterna diatriba, soprattutto ora che i prezzi crescono e siamo alla ricerca di ogni trucco per risparmiare, torna ad assillarci la domanda: costa di più il mercato o il supermercato? Dove dobbiamo andare per risparmiare qualche euro nel fare la spesa senza impazzire andando a caccia di promozioni e sconti? Sì, perché non dobbiamo neanche dimenticare che pure il tempo è denaro. Abbiamo fatto un giro tra banchi e scaffali e ci siamo appuntati qualche prezzo per fare un confronto concreto tra i due mondi.

Frutta e verdura

Piccola premessa: al mercato troverete quasi solo frutta di stagione, ma avrete la possibilità di scegliere produttori locali, magari biologici, e trovare anche prodotti dimenticati dalla grande distribuzione. Tutti aspetti molto apprezzati in questo momento. Torniamo, però, al discorso dei prezzi: quale costa di più? Facciamo qualche esempio: al mercato abbiamo trovato il cavolfiore a 2,50 €/kg contro 2,10 €/kg del supermercato. Differenza ancora minore sulle patate sfuse (1,20 €/kg contro 1,10 €/kg) o il porro 2,50 €/kg contro 2,49 €/kg). Diverso è il discorso per l’insalata. A seconda della tipologia, ai banchi di un mercato si spende dai 2,5 ai 4,5 €/kg ma difficilmente troverete la comodità di quella già pulita e tagliata. Al supermercato i prezzi per l’insalata sfusa possono partire da 1,29 €/kg. Poi ci sono le buste, più costose (si parla anche di 13,52 €/kg per la valeriana), meno saporite ma pronte all’uso e quindi estremamente pratiche e veloci. Per quanto riguarda la frutta, invece, se al mercato un chilo di mele può costare 1,80 euro, nella grande distribuzione si parla generalmente di 1,98 €/kg. Il prezzo scende a 1,49 €/kg se siete disponibili a prendere confezioni grandi da 2 kg. Del resto, poi, le mele si conservano a lungo. Vediamo un altro frutto: le pere. Qui il confronto è tra 2,5 €/kg e un range che va 2,9 a 4,99 €/kg.

Carne e salumi

Proseguiamo la nostra spesa e fermiamoci al banco del macellaio. Per il macinato di manzo potremmo spendere 13 €/kg, circa lo stesso prezzo del petto di pollo (14 €/kg). Le salsicce di suino, invece, costano un po’ di più, 18 €/kg. Rispetto alla frutta e la verdura, il risparmio al supermercato è più evidente. Il macinato, infatti, parte da 10 €/kg, mentre il petto di pollo circa 11 €/kg e le salsicce 9,99 €/kg. Un ottimo spunto per una bella grigliata. Bisogna poi dire che nella grande distribuzione ci sono più possibilità di gusto e qualità, dalle salsicce di tacchino e pollo al macinato sceltissimo di scottona. Alcuni banchi del mercato propongono, poi, salumi, ma occhio ai prezzi. Il prosciutto crudo, per esempio, può costare anche 30 €/kg, mentre, al supermercato ci sono proposte per tutte le tasche, da 13,90 €/kg al 40 €/kg.

Pesce

Variegato è il mondo ittico, soprattutto se avete la possibilità di vivere in una città di mare e di frequentare i banchi dei pescatori. Eh sì, perché potete trovare orate allevate a 12,90€, sogliole a 12€ e rombi a 45€. Sempre al chilo. Magari non avrete la stessa varietà nell’acquistare hamburger, spiedini, tartare già pronte, ma avrete tanta scelta tra il pesce freschissimo, specie locale e pescato. Al supermercato generalmente le sogliole sono decisamente più costose. Parliamo di 22 €/kg. Mentre, al contrario, il rombo chiodato è più impegnativo al mercato. Nella grande distribuzione si trova, infatti, anche a 21,99 €/kg. Poca differenza, invece, tra altri prodotti, come le orate che al supermercato possono costare 11,99 €/kg.

Formaggi e uova

Concludiamo questo confronto con altri due ingredienti base dell’alimentazione mediterranea. Al mercato, infatti, non è strano incontrare persino il casaro che vende i suoi prodotti a seconda della disponibilità del momento. Ecco che, allora, la ricotta non è sempre presente oppure a volte si trova vaccina (5,80 €/kg), altre volte di capra (13€/kg) o di pecora. Potete sempre acquistare lo stracchino al cucchiaio (14,95 €/kg) o una fetta di saporito pecorino sardo (14,90 €/kg). E al supermercato? Tra gli scaffali si trova di tutto e di più, anche proposte straniere ma i prezzi non sono nettamente più economici. La ricotta di mucca al banco viene, infatti, venduta a 4,99 €/kg, per esempio, mentre lo stracchino a 13,90 €/kg e il pecorino sardo 14,99 €/kg. E le uova? Solitamente al mercato si vendono singolarmente, non dovete per forza prendere confezioni da 2, 4 o 6 e così il confronto diretto è più difficile. Diciamo che se al mercato un uovo ci costa 35 centesimi l’uno, una confezione da 6 al supermercato viene solo 1,25 euro, quindi, 20 centesimi a uovo.

Dove costa di più?

Tornando alla domanda iniziale, costa di più fare la spesa al mercato o al supermercato? Potremmo rispondere dipende. Dipende dal prodotto, dalle distanze da casa, dalla comodità in termini di orari, ma dipende anche da tanti elementi che per molti italiani sono importanti come la genuità, il controllo sulla filiera, il km 0 e il sostegno all’economia locale, i consigli e le attenzioni di chi vede crescere quelle materie prime giorno dopo giorno.