Home Cibo Budino proteico: 5 versioni gustose e fit da preparare subito

Budino proteico: 5 versioni gustose e fit da preparare subito

di Marta Manzo

Come preparare un dessert proteico per merenda o per colazione? Ecco 5 versioni di budini proteici facili, veloci e fit.

A cavallo tra merenda, dolce e snack, con poche calorie e tante proteine. E, soprattutto, che si prepara in pochissimo tempo. Stiamo parlando del budino proteico, utile per chi si allena, ma anche per chi vuole tagliare – compatibilmente con quel che dice il nutrizionista – qualche caloria di troppo senza rinunciare al gusto. Freschi, morbidi, i budini proteici si preparano in tanti modi. Oggi vogliamo lasciarvi 5 ricette di budini proteici gustosi e fit.

Budino di albumi e cacao

Il più classico tra i budini proteici si prepara facilmente con acqua, albumi, cacao in polvere e dolcificante. Per prepararne uno, nello specifico, servono 100ml di acqua, 100g di albumi, 1 cucchiaio di dolcificante a scelta, 1 cucchiaio di cacao amaro. Bisogna unire albumi e acqua in un pentolino, portare a ebollizione e lasciar cuocere per un paio di minuti. Quindi trasferire tutto in un frullatore, aggiungendo il dolcificante e il cacao e frullando fino a ottenere una crema liscia. Una volta trasferito in una ciotolina e coperto con la pellicola, il budino deve riposare per qualche ora, per rassodare, prima di essere gustato. Si conserva in frigo per 2-3 giorni.

Chia pudding proteico

Altro classico del mondo del fitness è il chia pudding, arricchito stavolta con le proteine del siero di latte in polvere, che si trovano facilmente in commercio. Per preparare il chia pudding proteico servono 40g di semi di chia, 125ml di bevanda di mandorla, 1 cucchiaino di cacao amaro, 15g di proteine in polvere. Si versa il latte di mandorla in una ciotola, si aggiungono le proteine e si mescola bene per evitare grumi. Quindi si aggiungono i semi di chia e il cacao, per poi lasciar riposare. Anche una notte intera.

Budino proteico al cocco

Un altro budino a base di albumi e latte vegetale è quello proteico al cocco. Per prepararlo servono 120g di albumi, 70ml di latte vegetale a scelta, 10g di farina di cocco, dolcificante qb, mezzo cucchiaino di maizena e la scorza e il succo di mezzo limone. Si mette l’albume sul fuoco con scorza e succo, insieme a latte vegetale e farina di cocco. Si fa cuocere 2-3 minuti, quindi si aggiunge la maizena e si prosegue per qualche altro minuto. Una volta tolto dal fuoco si frulla, si mette negli stampini e si lascia rapprendere.

Budino soia e skyr

Esattamente come per i pancake proteici, anche per i budini corre in nostro soccorso lo skyr. Per realizzare un budino bastano 1 o 2 fogli di gelatina, 250ml di bevanda di soia (o altro “latte” vegetale), 100g di skyr bianco, dolcificante e aroma a scelta. Per prima cosa bisogna mettere in ammollo la gelatina – ne basta un foglio per una consistenza più morbida – e si mette a scaldare il latte. Una volta a temperatura, poco prima di bollire, si aggiunge il dolcificante, se serve, e la gelatina. Si spegne, si lascia intiepidire. Quindi si trasferisce in un bicchiere alto e si frulla con i primi 50g di skyr. Freddi di frigo. Poi, una volta incorporati, si aggiunge la restante metà e si lascia riposare un po’.

Budino yogurt greco

L’ultimo budino proteico, invece, prevede l’utilizzo dello yogurt greco. In particolare di quello a 0% di grassi, per essere davvero fit. Per prepararlo servono 100g di yogurt greco 0%, 20g di bevanda vegetale a scelta oppure acqua, 1 foglio di colla di pesce, aroma e dolcificante a piacere. Anche qui bisogna ammollare prima la gelatina, poi scaldare l’acqua o la bevanda per sciogliercela dentro. Mescolare, quindi lasciare intiepidire. Dopodiché si frulla tutto, in un boccale insieme allo yogurt, alla massima potenza, per incorporare più aria possibile. Quindi si lascia addensare in freezer per una decina di minuti.