Home How to Brodo di funghi? Ecco come farlo e come utilizzarlo nelle ricette

Brodo di funghi? Ecco come farlo e come utilizzarlo nelle ricette

di Nadia Corvino

Il brodo di funghi è un’ottima variante del classico brodo di carne. Perfetto per diverse preparazioni. Ecco come si prepara.

La tradizione culinaria italiana, ma anche i corrispettivi internazionali, fanno largo uso del brodo di carne, una preparazione che si può ottenere in diverse versioni (pollo, manzo, gallina), così come del brodo di verdure e del fumetto di pesce. Di utilizzo meno comune, invece, è il brodo di funghi, un’alternativa molto saporita che si può utilizzare in quasi tutte le preparazioni legate alla cucina di terra, o quelle che richiedono di essere affiancate da un sapore importante, come quello del brodo di carne. Proprio per queste caratteristiche, il brodo di funghi viene a volte utilizzato come alternativa vegetariana nelle pietanze che richiedono il corrispettivo carnivoro, ma nulla impedisce in realtà di utilizzarlo anche con piatti no veg, come gli stufati o gli arrosti.

Come fare il brodo di funghi

Per preparare il brodo di funghi esistono diverse possibilità: si può partire da una singola varietà di funghi freschi, da un mix di più tipologie, ma anche dai funghi secchi. Nel caso si parta dai funghi freschi il primo step è quello di pulirli dalla terra con un pennellino o uno straccio (meglio non pulirli sotto l’acqua corrente). Nel caso, invece, si preferisca procedere con i funghi secchi bisogna ricordarsi di procedere in anticipo con l’ammollo necessario per reidratarli, seguendo i tempi indicati sulla confezione. Passando, invece, alla preparazione vera e propria, per realizzare il brodo di funghi si procede mettendo a soffriggere in una pentola larga della cipolla (o se si preferisce il classico trito di cipolla, carote e sedano) per qualche minuto. Nel frattempo, si tritano grossolanamente i funghi che si sono scelti, che siano secchi reidratati, freschi o un mix delle due cose. Dopo aver lasciato i funghi a insaporirsi nel soffritto (a cui si può anche aggiungere un rametto di rosmarino, di timo e una foglia d’alloro), chi preferisce dare un tocco più saporito al tutto può sfumare con del vino. A questo punto, non rimane che aggiungere circa 1 litro/1 litro e mezzo d’acqua (il quantitativo va rapportato a quello di funghi messi in pentola) per lasciar cuocere il brodo a fuoco lento per circa un’ora. Verso fine cottura si aggiusta di sale e di pepe, e poi si filtrano le componenti solide (i funghi che rimangono si possono riutilizzare in altre preparazioni).

Utilizzare il brodo di funghi nelle ricette

Una volta preparato il brodo di funghi, sono diverse le possibilità per utilizzarlo in cucina. Ecco 10 idee di pietanze in cui la scelta di questo brodo può rappresentare un buon abbinamento

  1. Risotto di funghi. Il brodo si può usare per la cottura del risotto al posto di quello vegetale, per ottenere un risultato dal sapore di funghi ancora più intenso. 
  2. Minestre. Gli amanti dei funghi apprezzeranno questo sapore come base per le minestre, in cui lasciar cuocere cereali, verdure e legumi.
  3. Vellutata di funghi, o di funghi e patate. Questo piatto cremoso otterrà un sapore ancora più deciso con l’utilizzo del brodo di funghi.
  4. Salsa per gli arrosti. Addensando il brodo con farina, panna o amido di mais si ottiene una salsa saporita da versare su arrosti di carne o di legumi.
  5. Ramen. Una delle molte varianti del ramen prevede proprio l’utilizzo del brodo di funghi, in particolare quello creato a partire dai funghi shiitake.
  6. Stufati. Gli stufati sono un piatto della tradizione, e il sapore di funghi, che richiama la tradizione culinaria casalinga, si abbina bene soprattutto con gli stufati a base di carne, patate o lenticchie
  7. Ravioli o passatelli in brodo. Sebbene sia una combinazione inusuale, quella dei ravioli (o tortellini) e il brodo di funghi, può dare comunque ottimi risultati con la giusta scelta del ripieno della pasta (che può essere per esempio di patate o ricotta).
  8. Canederli. Pochi ingredienti richiamano i sapori montani come i funghi, per questo il loro brodo è un accompagnamento perfetto per i canederli.
  9. Marinature. Il brodo di funghi può dare alle marinature un retrogusto più vigoroso; volendo utilizzarlo per questo scopo potrebbe essere utile farlo ridurre, in modo da ottenere una consistenza leggermente più densa.
  10. Da solo. Se siete amanti delle minestre acquose, con la giusta qualità dei funghi apprezzerete sicuramente il loro brodo anche da solo, o magari accompagnato da dei crostoni di pane per aggiungere un tocco di croccantezza.