Home Chef Fenomeno TikTok: il cibo non è quello che sembra?

Fenomeno TikTok: il cibo non è quello che sembra?

di Marta Manzo

E se ti dicessi che questi sono tortellini in brodo? I 2men1kitchen sono il nuovo fenomeno di TikTok: ecco chi sono.

In un video c’è una barretta Mars, ma in realtà sono rigatoni alla coda alla vaccinara. In un altro video c’è un bubble tea, ma a in realtà sono tortellini in brodo. In un altro ancora campeggia un avocado toast. Però si tratta di una cheesecake. Chi li prepara? I 2men1kitchen. Su TikTok creano ricette che sembrano altre ricette, ma che non lo sono. Con oltre 3 milioni di mi piace e ormai scavallati i 218mila followers, nella short bio della piattaforma si presentano come un paio de tizi che fanno cose in cucina. Il paio de tizi sono rispettivamente Alessandro Granatelli, 27 anni, e Niccolò Pau, 26. E si sono conosciuti per caso. 

Tramite amici di amici, parlando del più e del meno, durante una cena organizzata a base di ramen scoprono di avere un vero interesse in comune: la cucina. Pochi giorni dopo si chiamano e una lunga telefonata apre gli occhi a entrambi: si può lanciare un nuovo progetto, dal cammino non definito, ma sicuramente dinamico e pieno di stimoli. Ecco 2Men1Kitchen. E cioè contenuti sui canali social per una futura azienda multi-servizio di food, innovativa e creata su misura. Ufficialmente 2Men1Kitchen nasce a fine novembre 2021. Inizialmente è senza un format definito, in una sorta di rodaggio necessario ai ragazzi per capire come creare contenuti multimediali adatti alle varie piattaforme. 

Tra i due Alessandro è quello con la mente imprenditoriale ben strutturata, cui si accoppia una creatività molto accesa. Di formazione alberghiera, ha lavorato in vari ristoranti, in cui ha visto crescere la sua passione per la cucina, ma allo stesso tempo ha capito che non si trattava del lavoro dinamico e stimolante che si aspettava. Dopo percorsi tortuosi – ingegneria informatica, ma anche da guida subacquea – ha quindi ripreso la via della ristorazione aprendo un locale a Roma in piazza Navona, chiuso poi in pandemia, buttandosi perciò nel campo della sicurezza sul lavoro, di cui ancora oggi è docente. Niccolò è invece professionista del settore della ristorazione. La passione per cucina risale all’infanzia, ma rimane un hobby fino alle prime esperienze in cucina, a Pechino e Shangai,  tra i 15 e i 18 anni. La sua formazione ufficiale inizia con il corso di laurea in Scienze e arti culinarie, cui affianca esperienze parallele in locali stellati e pasticcerie. In seguito nell’organizzazione di eventi gastronomici sul territorio italiano, è quindi diventato docente nello stesso ateneo in cui si è formato. Oggi è consulente della ristorazione, sviluppando progetti ad alto potenziale e nuove aperture. 

A fine gennaio 2022, dopo un attento studio e progettazione, ecco che sul canale appare il primo video del format E se ti dicessi che?, dove i piatti proposti hanno le sembianze di alcune ricette (famose), ma si rivelano ben altro. Perché? Dietro c’è un motivo culturale, con l’idea di scardinare i preconcetti legati alla cucina italiana (continuando comunque a rispettarla). E poi ce n’è uno pratico: per impressionare il pubblico. Bravissimi entrambi in cucina molecolare, il risultato finale, insieme alla spiegazione della tecnica utilizzata, lasciano veramente a bocca aperta.