Home Cibo Japanese Cotton Cheesecake: l’hai vista su TikTok

Japanese Cotton Cheesecake: l’hai vista su TikTok

di Marta Manzo

Conoscete la Japanese Cotton Cheesecake? La ricetta è molto popolare su TikTok, ma quella originale è diversa dalla versione social.

Tra le ricette che ricorrono con più frequenza sui social c’è sicuramente la cotton cheesecake. Japanese cotton cheesecake, per la precisione, una torta che si è fatta conoscere in tutto il mondo per la sua morbidezza e perché, per prepararla, servono soltanto 3 ingredienti. Almeno su TikTok. In realtà, a differenza di quel che si vede sulla piattaforma, per preparare questo dolce spumoso e soffice come un piccolo soufflé serve qualche passaggio e ingrediente in più. Per aiutarci a replicarla perfettamente in casa abbiamo chiesto numi a Mitsuko Takei, capo pastry chef di Hiromi Cake a Roma.

L’intervista

Come nasce la japanese cotton cheesecake?

La cotton cheesecake, detta anche soufflé cheese cake, è stato inventata nel diciottesimo secolo, stranamente prima della nascita della baked cheesecake o della rare cheesecake (senza cottura, ndr), sempre molto amate nel mondo. Questo perché la cotton cheese cake è stato ideata a partire da un altro dolce tradizionale giapponese, un pan di Spagna che si chiama kasutera

Si tratta di un dolce wagashi, cioè tradizionale, o yogashi, cioè rivisitato all’occidentale? 

Secondo me deve essere classificato nella categoria yogashi per sua presenza dei latticini, che non si utilizzavano come ingredienti nella produzione di wagashi.

Su TikTok si usano soltanto 3 ingredienti: cioccolato, formaggio spalmabile e uova. Ci sveli le tue dosi e tutti gli ingredienti per rifare la cotton cheesecake in casa?

Per uno stampo da 18 cm servono 160g di formaggio spalmabile, 60g di latte, 20g di burro, 3 uova, 60g di zucchero e 33g di farina. Non aggiungo nessun lievito, almeno per la mia produzione. 

Come si procede?

Per la preparazione bisogna sciogliere i primi 3 ingredienti e farli raffreddare, a una temperatura di 45° C circa. Poi aggiungere i tuorli e unire la farina setacciata. Quindi montare gli albumi con lo zucchero, a neve. Quindi aggiungere la meringa alla preparazione precedente, mescolando senza smontarla. Versare nello stampo, foderato con la carta da forno e schiumare la superficie.

E poi si va in cottura. 

Bisogna cuocere a bagnomaria nel forno ventilato a 200°C per i primi 15 minuti, poi abbassare a 120°C con forno statico per altri 45/50 minuti. Quindi spegnere, ma lasciare nel forno aperto e spento per 10 minuti. Per il bagnomaria l’acqua deve essere già calda e arrivare a un’altezza di un paio di centimetri. 

Quando viene sfornata, la cotton cheesecake si muove come un soufflè. Poi, però l’effetto budino si perde quasi subito e le persone ci rimangono male.

Sì, è normale che la torta si sgonfi un po’ e diventi più compatta rispetto a quella appena sfornata. Questo perché il volume dell’aria che si è sviluppato durante la cottura si riduce mano mano e la presenza di formaggio e uova, raffreddandosi, la fanno compattare ulteriormente.