Home Cibo Taste Jesolo: il Veneto punta sul gusto

Taste Jesolo: il Veneto punta sul gusto

di Alessio D'Aguanno

Arriva la prima edizione di Taste Jesolo: tra ristoranti, vini e vita nottura, la località veneta si racconta.

Aumentare i motivi di visita e di intrattenimento durante l’anno in una città che da sempre si è fatta apprezzare per il mare, la spiaggia e i grandi eventi. Questo è l’obiettivo dichiarato del progetto Taste Jesolo, voluto dal Consorzio JesoloVenice con il sostegno e il patrocinio del Comune di Jesolo, il supporto di Associazione Jesolana Albergatori, Confcommercio San Donà-Jesolo e la collaborazione di Hostaria Verona e Consorzio Asolo Prosecco. L’idea del Consorzio JesoloVenice, che conta più di 350 associati per oltre 400 imprese rappresentate su sei comprensori, è quella di puntare forte sulla ristorazione e sulle eccellenze locali per ampliare oltre la stagione estiva la fascia temporale in cui Jesolo può diventare meta per i turisti, che qui non sono mai mancati. Se nel periodo pre-Covid-19 si contavano 6 milioni di presenze l’anno, tra maggio e settembre 2021 l’occupazione media nelle strutture alberghiere della città è ritornata ad alti livelli. Il progetto di comunicazione prevede la diffusione di video e immagini per raccontare come meglio non si potrebbe che cosa significa vivere (gastronomicamente parlando) Jesolo. Undici sono i ristoranti che aderiscono all’iniziativa: Al Torcio, Al Traghetto, Amarmio, Da Guido, Da Omar, Flora, I Barbabolle, Jolà, Michelangelo, Rossi Restaurant e Terrazzamare.

Negli ultimi anni la ristorazione di Jesolo ha saputo crescere di livello e differenziare l’offerta – ha detto il presidente del Consorzio di imprese turistiche JesoloVenice, Luigi PasqualinottoCon Taste Jesolo vogliamo diffondere la conoscenza dell’eccellenza enogastronomica jesolana, per attrarre visitatori interessati a vivere il territorio anche al di là della spiaggia e della sola stagione estiva, approfondendo la conoscenza di prodotti e realtà locali. Una scelta strategica – spiega – che mira a un turismo più destagionalizzato, di cui possano beneficiare tutti gli attori del territorio”. La proposta del Consorzio JesoloVenice vuole far leva sulle modificate esigenze dei turisti che, secondo il Rapporto 2021 sul Turismo enogastronomico italiano di Roberta Garibaldi, considerano sempre di più cibo e vino motivi di viaggio (55%) oltre che contorno alla propria vacanza. Proprio in questo senso, da venerdì 27 a domenica 29 maggio si terrà la prima edizione di StreetWineJesolo, evento a tema vino realizzato in collaborazione con Associazione culturale Hostaria Verona. Ventiquattro le cantine che saranno presenti, provenienti da Veneto e Friuli-Venezia Giulia, uno lo stand del Consorzio Asolo Prosecco e duecento, invece, le etichette da poter degustare, in tutta sicurezza nel rispetto delle norme anti-Covid-19. Jesolo non vuole rinnegare la propria natura di meta turistica balneare, ma vuole rivendicare anche le altre eccellenze che può vantare, enogastronomia in primis.