Home How to Fornelli: qual è la dimensione perfetta per ogni cottura?

Fornelli: qual è la dimensione perfetta per ogni cottura?

di Alessia Dalla Massara

Qual è il fornello migliore per ogni cottura? Ecco qui la guida definitiva per non sbagliare e evitare di bruciare le vostre preparazioni.

A gas, a induzione o elettrico. Da tre, quattro o cinque fuochi. Il piano cottura rappresenta l’elemento più complesso e difficile da scegliere quando si tratta di riprogettare la propria cucina. Bisogna prevedere le proprie esigenze, ma soprattutto avere un minimo di conoscenza base sui principali utilizzi a cui si presta ogni tipo di fornello. La dimensione, per esempio, è un aspetto fondamentale in base al quale decidere il numero di fornelli che si vogliono sul proprio piano di cottura. Per sfruttarlo in modo efficiente, quindi, è bene fare chiarezza su quali sono i tipi di cottura da adottare in base alla dimensione dei fornelli. Scopriamolo insieme.

Fornello da 3 cm

Il formato più piccolo che si può trovare su un piano da cottura non è assolutamente da sottovalutare. Perfetto per pentolini e piccole scodelle di acciaio o ceramica, è l’ideale per scaldare o cuocere piccole quantità di cibo. Ottimo per esempio per scaldare del latte o per sciogliere del burro o del cioccolato a bagnomaria. In generale, i fornelli da 3 cm sono da utilizzare per tutte quelle cotture che richiedono una piccola fiamma concentrata nella parte centrale della pentola senza il rischio che il calore si disperda verso la parte più esterna.

Fornello da 5 cm

Casseruole da 14 cm, scodelle, terrine e pentole con manico: il fornello da 5 cm può sembrare eccessivamente piccolo per certi tipi di cottura o determinate tipologie di padelle, ma non è così. Si rivela particolarmente utile se si devono cucinare ingredienti dalla consistenza delicata e tenera (come formaggi, uova e certi tipi di verdure) che richiedono una cottura dolce e una fiamma non troppo intensa. Se, quindi, avete paura di bruciare i vostri piatti, iniziate la cottura su un fornello di queste dimensioni, salvo poi proseguire su uno più grande qualora dobbiate aggiungere altri ingredienti.

Fornello da 7 cm

La dimensione media del fornello viene utilizzata principalmente per casseruole o tegami da 16-18 cm e pentole con manici. Sì, quindi, ad utilizzarli per far bollire l’acqua della pasta o per preparare dei soffritti per verdure, carne o pesce. L’intensità della fiamma rappresenterà quella giusta via di mezzo che vi consentirà di cuocere in modo piuttosto veloce senza però essere troppo forte. Scegliete questo fornello anche se dovete preparare delle ricette con una pentola wok o se semplicemente dovete cuocere al salto.

Fornello da 10 cm

E arriviamo al fornello più grande, quello che si presta per casseruole, pentole e padelle anche di 20-25 cm. La diffusione della fiamma consente di eseguire cotture lunghe e dolci, perfette per stufati, ragù o sughi, ma anche nel caso di zuppe e minestroni. Particolarmente utile anche per mantecare abbondanti primi piatti abbondanti.