Home Cibo Piccola guida ai pomodori con il riso

Piccola guida ai pomodori con il riso

di Marta Manzo

Per preparare la ricetta estiva dei pomodori ripieni di riso senza rischiare di incorrere in qualche errore, seguite i nostri consigli.

Ricetta tradizionale della cultura gastronomica estiva, soprattutto romana, i pomodori con il riso sono un piatto profumato e soddisfacente. Cotti al forno, solitamente proposti come piatto unico servito insieme alle patate, sono ideali anche per chi segue un regime alimentare vegano. Nonostante siano piuttosto semplici da preparare – vi avevamo lasciato qui la videoricetta, così come una variante con il tonno e basilico preparata con il Bimby –  può succedere di sbagliarne la riuscita. Quello che vogliamo fare, quindi, è offrirvi una piccola guida ai pomodori con il riso, con tutti i consigli da seguire.

Pomodori: quali utilizzare

I pomodori da riempire con il riso adatti per questa ricetta sono di colore rosso, lisci e rotondi. Solitamente, si utilizzano la varietà marmande, a crescita indeterminata – cioè con un periodo più lungo – oppure la super marmande. Di grandi dimensioni, circa 200 g ciascuno, sono leggermente costoluti e hanno una forma un po’ schiacciata. Da noi sono considerati una varietà di pomodoro precoce.

Come preparare i pomodori

 

La preparazione dei pomodori richiede l’accortezza di scavarne l’interno con un cucchiaio, cercando di non eliminare troppa polpa e mettendo quella tolta in una ciotola. Quindi di salarli e lasciarli riposare a testa in giù, affinché perdano tutta l’acqua in eccesso. 

Il riso: quale e quanto

Per quanto riguarda il riso, vanno bene quasi tutte le varietà tradizionali, come l’arborio, il ribe, il carnaroli, il vialone nano. In linea di massima serve circa 1 cucchiaio di riso crudo per ogni pomodoro. Questo perché si utilizza a crudo e deve avere poi il tempo e lo spazio di cuocere e crescere lentamente all’interno del pomodoro.

Il riposo del riso

 

Il passaggio forse più fondamentale per la riuscita della ricetta è il riposo del riso. Deve, infatti, restare in una ciotola insieme alla polpa estratta dal pomodoro e condito con sale, pepe e basilico (o mentuccia) per almeno mezz’ora. Questo serve a far assorbire al riso parte del liquido di vegetazione, a renderlo più gustoso e soprattutto a velocizzarne la successiva cottura.

Come si servono i pomodori al riso

Anche se vengono cotti al forno, insieme alle patate, solitamente i pomodori ripieni di riso si servono tiepidi. Ma sono ottimi anche freddi, consumati il giorno dopo per un pasto veloce e perfino per un pranzo al mare sotto l’ombrellone.