Home Bevande I 10 cocktail meno calorici dell’estate

I 10 cocktail meno calorici dell’estate

di Alessio D'Aguanno

Se vi capita di chiedervi quante calorie hanno i cocktail che ordinate nella stagione estiva, c’è chi ha stilato una classifica.

Avete mai pensato a quante calorie state assumendo con il cocktail che avete in mano? Probabilmente no, dato che di solito ci si gode il momento. Ma se invece vi capita e volete sapere con quale cocktail sentirvi meno in colpa la prossima volta che ne ordinerete uno, c’è qualcuno che ha stilato una classifica che fa al caso vostro. Si tratta di Giorgio Facchinetti, flair bartender professionista, che sul suo profilo TikTok ha elencato 10 dei cocktail più famosi della stagione estiva in base al loro contenuto calorico.

  1. La classifica vede al decimo posto il White Russian (568 kcal), variante del Black Russian nata alla fine degli anni ‘40, con vodka, liquore al caffè, panna liquida e nota ai più per la sua presenza ne Il Grande Lebowski.
  2. Al nono posto troviamo l’estiva Piña Colada (526) con rum chiaro, latte di cocco e succo d’ananas, originaria di Porto Rico ed entrata a far parte della classifica IBA nel lontano 1986.
  3. L’ottava posizione della classifica è occupata dal Long Island (400), che con le sue chilocalorie non si propone, dal punto di vista calorico, come una buona alternativa agli altri cocktail ordinabili in discoteca.
  4. Il settimo posto è occupato dal tiki Mai Tai (306), dal caratteristico sapore di mandorla dello sciroppo d’orzata, miscelato a rum chiaro e scuro, curaçao e succo di lime.
  5. Ad aggiudicarsi la sesta posizione di questa speciale classifica è il Margarita (210), una combinazione di Tequila, triple sec e succo di lime capace di conquistare tutti i palati. Fino a oggi le sue uniche peculiarità erano la crosta di sale sul bicchiere e il gusto spiccatamente acidulo ma, da oggi, se n’è aggiunta una: il suo ristretto contenuto calorico.
  6. Una posizione più in alto troviamo il Negroni (200), simbolo della miscelazione italiana nel mondo che deve il suo nome al conte Camillo Negroni, il quale nel 1919-20 nel fiorentino Caffè Casoni chiese al barman Angelo Tesauro una variazione sul suo Americano. La richiesta? Sostituire il seltz con il gin.
  7. Sempre a base di gin, è anche il quarto cocktail della classifica, il tanto amato Gin Tonic (195). Ormai, l’ordine del distillato, della tonica e la sua miscelazione è diventato un vero e proprio culto, che negli ultimi anni ha raccolto sempre più ammiratori.
  8. Sul podio, dal basso verso l’alto, troviamo una delle icone della miscelazione estiva, il Mojito (180). 
  9. In seconda posizione il classico dell’aperitivo italiano, lo Spritz (90).
  10. Mentre i cocktail meno calorico di tutti è il Vodka soda (85), in assoluto il cocktail meno degno di nota di questa classifica, ma che da oggi ha un motivo in più (forse l’unico) per essere ordinato.