Home Cibo I migliori abbattitori per la cucina di casa

I migliori abbattitori per la cucina di casa

di Agrodolce

Anche la cucina di casa sempre più spesso ha bisogno di un abbattitore: vi spieghiamo come si usa e vi consigliamo alcuni modelli top.

Protagonista assoluto delle cucine professionali, l’abbattitore di temperatura è oggi una risorsa molto sfruttata anche in quelle domestiche. È in grado di preparare il cibo per la conservazione in frigorifero e nel congelatore È un elettrodomestico che svolge la funzione di raffreddamento rapido degli alimenti, riuscendo letteralmente ad abbattere la temperatura portandola a 3 °C nell’arco di circa 90 minuti senza alterare il cibo. L’abbattitore, infatti, è in grado di preparare gli alimenti da collocare in frigorifero o nel congelatore, facendo in modo che le proprietà e il gusto non vengano alterati. Oltre a raffreddare le pietanze, questo strumento può anche surgelare in poche ore evitando la formazione di cristalli di ghiaccio.

Per cosa si usa

Comodo e pratico per raffreddare una salsa o un qualsiasi cibo cotto, dolce o salato, l’abbattitore si rivela molto prezioso per trattare il pesce crudo: tenendo questo alimento nell’abbattitore per almeno 24 ore a una temperatura di meno 18 gradi, infatti, si riesce ad annullare la carica batterica presente, eliminando batteri ed eventuali parassiti. La stessa funzione si ottiene facendo raffreddare rapidamente le altre pietanze, che grazie al passaggio repentino da una temperatura elevata a una più bassa non corrono il rischio di sviluppare batteri potenzialmente nocivi.

Caratteristiche e costi

Il funzionamento dell’abbattitore si basa sull’azione di un motore refrigerante molto potente, che attraverso una ventola produce aria forzata in grado di abbassare la temperatura dell’alimento presente all’interno della camera di abbattimento. In commercio esistono abbattitori di temperatura sia da incasso sia da appoggio, che possono essere collocati su un ripiano e spostati all’occorrenza come qualsiasi elettrodomestico. Il costo di questo tipo di strumenti, tuttavia, non è banale e anche i modelli meno ingombranti non sono facilmente reperibili al costo inferiore ai mille euro. Un acquisto finalizzato all’uso domestico dovrebbe basarsi su una capienza pari a 3 o 5 teglie.