Home Cibo Vacanze in Grecia: 10 piatti da provare

Vacanze in Grecia: 10 piatti da provare

di Nadia Corvino

La Grecia è una meta molto apprezzata dai turisti durante le vacanze estive. Ecco 10 piatti da provare se deciderete di andarci anche voi.

I piatti della cucina greca sono perfetti per arricchire la tavola durante il periodo estivo: colorati, freschi e spesso serviti in porzioni più che abbondanti. Far parte della tradizione culinaria mediterranea fa sì che i menu greci siano caratterizzati da una grande varietà e che gli ingredienti dei piatti più tipici spazino dalla verdura al pesce, così come dalle carni ai formaggi. Inoltre, nelle ricette e nei pasti di tutti i giorni non manca mai l’olio di oliva. Benché l’estensione geografica della Grecia continentale e delle sue numerose isole permetta di trovare piatti differenti tra loro, ci sono alcuni classici sempre presenti sui menu che vanno da Corfù a quelli di Rodi: prima su tutte la celeberrima Moussaka, uno sformato composto da strati di macinato di carne, melanzane e besciamella, ma anche lo Tzatziki, la crema di yogurt insaporita con aglio e cetrioli. Si aggiungono poi i Dolmadakia, involtini di foglie di vite ripieni di riso e verdure, con l’aggiunta di carne in alcune versioni, e i Pita gyros, cioè il pane pita ripieno di straccetti di carne arrostita, cipolle, salsine e patate fritte. Rinomati poi sono anche il Souvlaki, un piatto costituito da spiedini di carne marinati e poi grigliati, e la classica insalata greca, servita con una fetta di feta appoggiata su un tripudio di cipolle, cetrioli, pomodori e olive. Impossibile da non trovare nelle zone costiere è il polpo, in versione stufata, grigliata o arrostita. Ma oltre a questi classici, durante una vacanza in Grecia, si avrà l’occasione di assaggiare molti altri piatti della tradizione. Eccone dieci, forse meno conosciuti dei precedenti ma da assaggiare assolutamente per approfondire l’esperienza gastronomica greca.

  1. Fava. La fava è un mezedes, cioè uno degli antipasti greci che i commensali condividono seduti a tavola. Si tratta di una purea di fave secche molto facile da trovare, soprattutto sulle isole meridionali, ma è comunque considerato uno dei piatti tipici di Santorini. La fava spesso è accompagnata da spicchi di cipolla cruda ed è perfetta da mangiare insieme a delle fette di morbido pane pita.
  2. Formaggio saganaki. Il formaggio saganaki è una fetta di formaggio denso che viene fatta cuocere in padella così da ottenere due estremità croccanti e super saporite. Viene servito con dell’olio e delle erbe fresche, in alcuni versioni viene anche impanato e cotto come un vero e proprio formaggio fritto. 
  3. Feta ma meli. La feta è un alimento onnipresente in Grecia, che viene utilizzato sia fresco sia cotto e preparato in mille modi diversi. Uno di questi è la feta ma meli, un piatto agrodolce che prevede la cottura di questo formaggio nel forno all’interno di un guscio di pasta sfoglia. Una volta pronto viene servito con del miele, che fa da contraltare all’acidulo della feta, e con una spolverata di semi di sesamo
  4. Bougatsa. Chi alla mattina sarà alla ricerca di un prodotto dolce per una colazione che assomigli vagamente a quella in stile italiano, può andare alla ricerca della bougatsa, un dolce di pasta sfoglia ripieno di una crema densa a base di latte e uova. Quando viene venduta nei bar e nei forni, viene addolcita ulteriormente sul momento con abbondanti spolverate di cannella e zucchero a velo.
  5. Skordopsomo. Il pane all’aglio è un piatto molto goloso che può essere servito come accompagnamento ad altri mezedes oppure sfruttato come antipasto: si tratta di spessi crostoni di pane aromatizzato con olio d’oliva, aglio ed erbe aromatiche, ricoperto di scaglie di formaggio e poi fatto dorare in forno.
  6. Domatokeftedes.Tra i mezedes sul menu si trovano spesso polpette fritte, di verdure o formaggio. Queste sono a base di pomodori e hanno una consistenza più simile a quella delle frittelle che a quella delle polpette. Un’altra versione molto comune sono le kolokithokeftedes, che al posto dei pomodori vedono le zucchine come protagoniste, insieme a un cremoso ripieno di feta. In entrambi i casi sono ottime immerse nel freschissimo tzatziki
  7. Spanakopita. La spanakopita è un piatto greco che in principio può ricordare alcuni tipi di torte salate: si tratta infatti di pasta sfoglia o pasta fillo ripiena di feta e di erbette cotte, molto spesso spinaci. La sua caratteristica è quella di essere estremamente croccante all’esterno grazie ai numerosi strati di pasta fragrante, mentre il ripieno è morbido e soffice. Nei forni greci si trova anche al mattino, offerta come possibilità per la colazione salata. 
  8. Kataifi. Il kataifi è un dolcetto greco che probabilmente ha la sua origine nella tradizione culinaria mediorientale: si tratta di uno scrigno di strati di fili di pasta croccante ripieno di noci o altra frutta secca e condito con un dolcissimo e abbondante sciroppo al miele. In alcuni ristoranti è comune offrirlo ai commensali dopo un lauto pasto.
  9. Skordalia. Un’altra crema molto golosa in cui immergere il pane pita è la skordalia, una purea di patate lesse condita con aglio, olio e del succo di limone. Spesso viene spolverata con erbe aromatiche, che le conferiscono un tocco di freschezza. 
  10. Revani. Il revani è una torta dolce al semolino dalla consistenza simile a quella del nostrano pan di spagna ma è reso molto più morbido e umido grazie al condimento a base di sciroppo dolce aromatizzato al limone. La torta ne è talmente impregnata che lo si può vedere fuoriuscire nel piatto ogni volta che ci si appoggia sopra la forchetta. Si tratta di un dolce molto rinfrescante, perfetto per concludere un pasto ricco come quelli che aspettano i turisti durante le vacanze in Grecia.