Home How to Falsi miti: utilizzare aceto e bicarbonato per pulire è utile?

Falsi miti: utilizzare aceto e bicarbonato per pulire è utile?

di Stefania Leo

Pulire con aceto e bicarbonato è utile oppure no? A quanto pare, a volte i rimedi delle nonne possono sbagliare.

I rimedi della nonna spesso sono utili. Altre volte, invece, sono solo frutto di sinergie tra credenze popolari, superstizioni e scarse conoscenze chimiche. Un esempio di questa situazione è la falsa idea secondo cui aceto e bicarbonato insieme possano sostituire qualsiasi potentissimo detergente, in modo naturale, sostenibile e quasi a costo zero. La verità è che la ricetta a base di aceto e bicarbonato non è molto efficace per le pulizie ecologiche. Anzi, può diventare persino una pratica dannosa. Aceto e bicarbonato non possiedono tutte le proprietà miracolose che gli vengono spesso attribuite. Infatti, non igienizzano, non detergono, non sbiancano.

L’aceto è usato non solo per decalcificare contenitori o elettrodomestici ma anche per fare l’ultimo risciacquo in lavatrice come sostituto dell’ammorbidente. Può sciogliere il calcare, sì, ma ha un forte impatto sull’ambiente. Per rendere l’acido acetico innocuo bisogna diluirlo in 1666 litri d’acqua. Quindi, se si vogliono fare le pulizie in modo sostenibile ed ecologico, lasciamo l’aceto in dispensa e usiamolo per condire l’insalata. Inoltre, l’acido acetico contenuto nell’aceto ha una forte azione corrosiva sui metalli: può portare in soluzione il nichel, un metallo pesante responsabile di dermatiti o sensibilizzazioni ed è aggressivo anche verso plastica e Pvc.

bicarbonato in cucina

Per quanto riguarda il bicarbonato, questa sostanza è inutile perché non ha alcuna proprietà chimica adatta alla sfera della detersione e della pulizia. Il bicarbonato di sodio è un additivo alimentare che troviamo anche nell’acqua che beviamo o negli anti acidi per lo stomaco. Molti lo usano per eliminare il calcare ma la sua base chimica è debole e non riesce a compiere la missione, al contrario degli acidi come quello acetico o citrico. Messo in lavatrice non sbianca perché non è una molecola ossidante e nemmeno ammorbidisce i panni o igienizza e sgrassa.  Anche se non ha un impatto ambientale elevato, finendo nello scarico e non assolvendo alla sua funzione, questo bicarbonato, di fatto, rappresenta uno spreco. Quindi, se l’aceto contiene acido citrico e il bicarbonato di sodio è una base debole, cosa succede quando si uniscono? Reagiscono, formando anidride carbonica (che vola via) e acetato di sodio, un sale che non lava, non sgrassa e non igienizza. Insomma, tanto sforzo per nulla.