Home Chef Versilia: dove mangiare a Forte dei Marmi?

Versilia: dove mangiare a Forte dei Marmi?

di Raffaella Galamini

La Versilia è una meta cool e gettonata. Ecco i nostri suggerimenti se siete a Forte dei Marmi per pranzi, cene e aperitivi in spiaggia.

Amata dai vip e considerata la località più cool della Versilia, Forte dei Marmi detta legge anche in cucina. Tra ristoranti stellati e locali tradizionali vista mare, meglio ancora se con i tavoli (quasi) sulla spiaggia, la scelta è ampia. Ecco perché, con gli indirizzi giusti, un pranzo o una cena in riva al Tirreno nella gettonatissima località della Versilia saranno un successo assicurato.

Maitò

Tipico locale versiliese, sulla cresta dell’onda dagli anni Sessanta è Maitò (Viale Achille Franceschi, 29). Dai tavoli si ha una vista privilegiata sulla spiaggia più esclusiva del Forte. L’ambiente è elegante, adatto a un pubblico che ama le atmosfere rilassate e un menu che spazia tra piatti di carne e specialità di pesce, accanto a pizze e focacce cotte nel forno a legna del locale.

Bagno Alpemare

L’Alpemare (Via Arenile, 69) è uno dei bagni più gettonati, forse anche per il fatto di appartenere alla Famiglia Bocelli. L’ambiente è coloratissimo come i piatti che arrivano sulle tavole nel ristorante dello stabilimento. Merito dello chef Mirko Caldino che punta su giochi cromatici e di consistenze, prediligendo una cucina nel solco della tradizione, semplice, di sostanza ma creativa.

Bagno Silvio

La storia di Forte dei Marmi passa anche dal bagno Silvio (Viale Italico), con oltre 100 anni di attività alle spalle. La gestione è affidata da sempre alla famiglia Dazzi e il risultato è che nel locale si respira un’atmosfera sofisticata ma in un certo senso casalinga. I piatti in menu, in effetti, fanno un po’ pensare a ricette tramandate di generazione in generazione: tradizionali ma intramontabili. Ecco, quindi ,che vengono serviti in tavola l’acciughina, il crudo e il fritto imperiale. Una certezza da un secolo.

Gilda

Forte dei Marmi sarà anche una località alla moda e di tendenza ma ha una forte tradizione quando si parla di cucina e ristoranti. Ne è un esempio il ristorante del bagno Gilda (viale Italico, 85), gestito da oltre 40 anni dall’accoppiata Di Giovanni-Tabarani. Un indirizzo di charme: si mangia in veranda e la sera i tavoli sono illuminati dalle candele. In tavola arrivano piatti di mare dove il pesce freschissimo è valorizzato al massimo con cotture semplici e leggere e abbinamenti creativi. Carta dei vini importante, con grande spazio agli champagne. 

Bagno Dalmazia

Il beach club dell’hotel Principe di Forte dei Marmi ha trovato lo sbocco al mare. Al ristorante Dalmazia (Via Arenile, 18) si assaggiano i sapori più autentici della Versilia con i piedi a mollo nel Tirreno. A guidare la brigata c’è Valentino Cassanelli, chef dello stellato Lux Lucis, sempre all’interno del Principe. Una trattoria di mare dalla forte impronta contemporanea che esalta al meglio le materie prime. Ricca anche la carta dei vini dove le bollicine non mancano. 

Pesce Baracca

Tre locali sotto lo stesso tetto, tutti vista mare. Pesce Baracca (Viale Franceschi, 2), non fatevi trarre in inganno dal nome, offre pesce fresco di qualità rifornito giornalmente dai pescherecci di Viareggio e ben visibile nel grande bancone-pescheria dell’attività. Tre le alternative per chi vuole mangiare in questo locale uno e trino, si può optare per il Pesce Terrazza per ammirare il mare, il pontile di Forte dei Marmi oppure per il ristorante al piano di sotto. Al Pesce Baracca si deve ordinare lo spagnetto allo scoglio, storica ricetta di famiglia dal 1964. Altrimenti, si può dare spazio allo street food per un menu di tapas.  

Bagno ristorante Marechiaro 

Se il vostro film preferito per l’estate è Sapore di mare, una tappa al bagno Marechiaro (via Achille Franceschi, 19) è d’obbligo. Lo stabilimento balneare non è stato solo il set del film dei fratelli Vanzina ma ha anche ospitato nel corso dei decenni personalità della cultura come Eugenio Montale e Thomas Mann. Vintage anche il menu: spaghetti con le arselle, fritto misto e pesce bollito con maionese accanto a crudi di pesce e tartare. Si mangia in spiaggia: la pedana del ristorante finisce dove partono le file di ombrelloni.

Gaio al mare – bagno Carducci

Prosegue l’avventura di Gaio Giannelli a Forte dei Marmi: il titolare del Pozzo di Bugia a Querceta, è sbarcato con successo all’interno dello stabilimento Carducci (Viale della Repubblica, 40). Qui, nel ristorante Gaio al Mare propone una cucina tradizionale di pesce che lascia spazio pure alle specialità di carne, a pizze e focacce molto apprezzate soprattutto a pranzo. Da segnalare il locale anche per le colazioni e gli aperitivi al tramonto, da accompagnare con maki e poke.

Clicca qui per visualizzare la mappa