Home Cibo Ingredienti di fine estate: cosa cercare al mercato?

Ingredienti di fine estate: cosa cercare al mercato?

di Alessia Dalla Massara

Sapete quali sono i migliori alimenti da acquistare al mercato a fine estate? Qui trovate i nostri consigli.

C’è sempre un momento dell’anno in cui arriva quella strana sensazione di passaggio che ci fa lasciare ancora i piedi sotto la sabbia ma con il golfino addosso. È la fine dell’estate, che segna una piacevole transizione (per chi più e chi meno) verso le giornate fresche e miti e la ripresa di quelle buone abitudini messe in pausa durante i mesi estivi. Tra queste, c’è la voglia di ricominciare a mangiare sano rispettando la stagionalità di frutta, verdura e non solo. Tornare dalle vacanze e avere il frigorifero vuoto può essere una buona occasione per andare in un bel mercato rionale – o in quello di fiducia che avete vicino a casa – e fare il pieno di ingredienti sani e genuini. A fine estate troverete un curioso melting pot di alimenti, a metà tra il ricordo dolce e succoso della frutta estiva e quello della verdura tipicamente autunnale. Vediamo insieme cosa acquistare al mercato.

Frutta

Partiamo da un grande classico non solo della stagione estiva ma anche dell’autunno: l’uva, che sia bianca o nera, con le sue innumerevoli proprietà benefiche e i suoi molteplici usi in cucina. Ricca di sali minerali, vitamine del gruppo A, B1, B2, C, PP e di flavonoidi, è il frutto ideale per dissetarsi nelle giornate più calde e purificarsi di rientro dalle vacanze. Poi, non dimenticate di acquistare gli ultimi meloni e di godere della dolcezza dei fichi che profumano ancora d’estate. Se volete concedervi un buon succo dalle proprietà detox ricordatevi che questo è periodo delle melegrane. Se invece avete già voglia di riaccendere il forno e preparare una torta leggera ma gustosa, acquistate delle piccole pere abate o le ultime prugne di stagione. Infine, non dimenticatevi di fare una bella scorta di gelso bianco – altro frutto delizioso dal retrogusto di vaniglia che completa la sua maturazione a fine estate – e di more selvatiche, ricche di antiossidanti e proprietà depurative.

Verdura

Di melanzane, zucchine e peperoni non se ne ha mai abbastanza: potrete ancora godere della bontà di queste verdure per preparare delle melanzane alla parmigiana last minute, delle paste fredde colorate o delle conserve da utilizzare in inverno. Non lasciatevi comunque sfuggire fagiolini, piselli, radicchio, carote e patate novelle con cui cominciare a preparare i primi piatti autunnali, come vellutate, risotti o saporiti contorni. Ma la fine dell’estate, con l’arrivo delle prime piogge, è anche periodo di funghi, nelle loro molteplici varietà: dai porcini ai prataioli, passando per i gallinacci o i chiodini. Non scordate di acquistare altri due alimenti che anticipano più di altri l’arrivo dell’autunno, ossia il sedano rapa e il rabarbaro. Il primo, radice dalla caratteristica forma bitorzoluta e dal sapore delicato, è perfetto per realizzare creme, vellutate, o semplicemente per essere cotto al forno per un contorno leggero e saporito. Quanto al rabarbaro, con il suo inconfondibile colore rosso accesso, non può non essere utilizzato come ingrediente principale di torte sia dolci sia salate.

Pesce

Anche il pesce ha una sua stagionalità ed è molto importante rispettarla per rendere la pesca il più possibile sostenibile. Al mercato troverete le solite varietà ben note ma a fine estate orientate la vostra scelta verso del sano pesce azzurro come acciughe, sarde e aguglie, ricchi di omega 3. Oppure acquistate dentici, triglie e saraghi, perfetti per realizzare zuppe e brodi per risotti e primi piatti. Con l’inizio di settembre, inoltre, nel mar Ionio e nel Tirreno comincia la pesca della lampuga mentre si abbandona quella dei crostacei che, scarseggiando in questo periodo, saranno principalmente di importazione.