Home Mangiare Le migliori Pizzerie d’Italia 2023 secondo il Gambero Rosso: ecco quali sono

Le migliori Pizzerie d’Italia 2023 secondo il Gambero Rosso: ecco quali sono

di Marta Manzo

Presentata a Napoli la guida 2023 de Le Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso: ecco chi sono i vincitori e tutte le novità.

Renato Bosco, Francesco Martucci, Simone Padoan e Franco Pepe. Chiamati sul palco, rigorosamente in ordine alfabetico, per ritirare il riconoscimento più alto: Tre Spicchi e 96 punti su 100 ciascuno. Per la qualità, la bellezza, la cura, il servizio. E Tre Rotelle, invece, sono di Pizzarium a Roma e Saporè Pizza Bakery : 95 punti. È uscita la nuova guida Pizzerie d’Italia 2023 del Gambero Rosso. Nel decimo anniversario dalla prima uscita, mette in cima alla classifica un anomalo asse Caserta-Verona, con Saporè, i Masanielli, i Tigli e Pepe in Grani a fare da apripista a un gran numero di locali, recensiti come i migliori d’Italia. Sono infatti quasi 7000 gli indirizzi segnalati nella nuova guida, con ben 18 nuovi nomi : 16 premiati con Tre Spicchi (per la pizza al piatto) e 2 con Tre Rotelle (per quella al taglio).

Tutti i Tre Spicchi 2023

In ordine alfabetico, i tre spicchi vanno a ‘O Fiore Mio Faenza, ‘O Scugnizzo Arezzo, 10 Diego Vitagliano (a Napoli e Pozzuoli), 180g Pizzeria Romana a Roma, 400 Gradi a Lecce, 50 Kalò a Napoli, Agriristorante il Casaletto a Viterbo, Al Fresco Firenze, Apogeo Giovannini a Pietrasanta (LU), Archestrato di Gela a Palermo. Quindi Battil’oro Fuochi + Lieviti + Spiriti a Seravezza (LU), Berberè a Castel Maggiore (BO), Bob Alchimia a Spicchi a Montepaone (CZ), Bottega Dani a Cecina (LI), Cambia-Menti di Ciccio Vitiello a Caserta, Casale Rufini a Gallicano nel Lazio (RM), Chicco a Colle Val d’Elsa, Crosta Milano, Da Attilio alla Pignasecca a Napoli, Da Clara a Venetico (ME), da Ezio ad Alano di Piave (BL), Da Lioniello a Succivo (CE), Dry Milano a Milano. Ancora a Enosteria Lipen a Triuggio (MB), Fandango a Potenza, Framento a Cagliari, Francesco&Salvatore Salvo a Napoli, Giangi Pizza e Ricerca ad Arielli (CH), Gigi Pipa a Este (PD), Giotto a Firenze, Giovanni Santarpia a Firenze, Grigoris a Mestre, Guglielmo & Enrico Vuolo a Verona, Gusto Divino a Saluzzo (CN), Gusto Madre ad Alba, i Masanielli a Caserta, i Tigli a San Bonifacio (VR), i Vesuviani a Pomigliano d’Arco (NA).

Il Vecchio e il Mare a Firenze, Impastatori Pompetti a Roseto degli Abruzzi, Inedito a Brescia, l’Orso a Messina, la Braciera a Palermo, la Cascina dei Sapori a Rezzato, la Contrada ad Aversa, la Divina Pizza a Firenze, la Farina Pizza + Grill a Firenze, la Filiale a l’Albereta di Erbusco, la Gatta Mangiona a Roma, la Notizia a Napoli, la Pergola a Radicondoli (SI), la Sorgente a Guardiagrele (CH), la Ventola a Rosignano Marittimo, le Grotticelle a Caggiano, le Parùle a Ercolano, Libery a Torino, lo Spela a Greve in Chianti. Màdia a Salerno, Maiori a Cagliari, Mamma Rosa a Ortezzano (FM), Mater a Fiano Romano, Meunier Champagne e Pizza a Corciano (PG), Montegrigna – Tric Trac a Legnano (MI), Officine del Cibo a Sarzana, Oliva da Concettina ai Tre Santi a Napoli, Panisfizio a Jesolo, Patrick Ricci. Terra, Grani, Esplorazioni a San Mauro Torinese, Pepe in Grani a Caiazzo (CE), Perbacco a La Morra (CN), Piano B a Siracusa, Piccola Piedigrotta a Reggio Emilia, Pizzeria Bosco a Tempio Pausania, Pizzeria Clementina a Fiumicino, Pizzeria Salvo a San Giorgio a Cremano, Proloco DOL Centocelle a Roma, Proloco Pinciano a Roma, Pupillo Pura Pizza a Frosinone. Qvinto a Roma, Re|Mi a Sassari, Renato Bosco Pizzeria a San Martino Buon Albergo (VR), Sasà Martucci – i Masanielli (CE), Sbanco a Roma, Sestogusto a Torino, Seu Pizza Illuminati a Roma, Sirani a Bagnolo Mella (BS), Sorbillo a Napoli, Starita a Napoli, Tonda a Roma, Verace Elettrica a Milazzo (ME), Villa Giovanna a Ottaviano (NA), Vola Bontà per Tutti a Castino (CN), Wine Bar & Grill de l’Hotel Rosa Alpina di Badia (BZ), ZenZero Osteria della Pizza a Pisa.

Le Tre Rotelle

Per la pizza al taglio, sempre in ordine alfabetico, i premi sono stati conferiti a Campana Pizza in Teglia di Corigliano Calabro, Davide Longoni Pane a Milano, Forno Brisa a Bologna, Lievito, Pizza, Pane a Roma, Masardona a Napoli, Menchetti ad Arezzo, Oliva Pizzamore ad Acri, Panificio Bonci a Roma, Pizzarium a Roma, Pizzeria Sancho a Fiumicino, Saporè Pizza Bakery a San Martino Buon Albergo (VR), Tellia a Torino.

Le pizze dell’anno

Cinque le pizze insignite del titolo di pizza dell’anno. C’è la pizza a degustazione Delicata al mare di Hofstätter Garten a Termeno/Tramin (BZ), poi la pizza napoletana l’Innominata – La bottega Alessandro Bruner a Cardito (NA), quella all’italiana Come un panino de La Sorgente a Guardiagrele (CH), la pizza al taglio Sole di Campana Pizza in Teglia a Corigliano Calabro, la pizza dolce Pizza di mele annurche di Pucci e Manella a Formia.

I premi speciali

Il riconoscimento maestri dell’impasto va a Corrado Scaglione di Enosteria Lipen a Triuggio (MB) e a Orlando Bortolami di Panisfizio a Jesolo. Pizzaiolo emergente è invece Antonello Scatorchia di Glamour di Antonello Scatorchia a Rionero in Vulture (PZ). Il premio ricerca e innovazione è quindi di Saccharum ad Altavilla Milicia (PA). Il premio pizza e territorio va a l’Orso Pizza in Teglia di Messina, mentre la miglior proposta di bere miscelato è quella di Bottega Dani a Cecina (LI). Il miglior servizio di sala è di Canneto Beach 2 a Margherita di Savoia (BT), mentre la miglior carta delle bevande quella di Spluga Pizzeria Contemporanea a Sorico (SO), da Ezio di Alano di Piave (BL) e quella di Seu Pizza Illuminati a Roma. Carta dei dolci imbattibile, invece, è quella di Montegrigna – Tric Trac a Legnano (MI).

Le pizzerie con la stella

Per i locali che in questi dieci anni hanno sempre ottenuto Tre Spicchi o Tre Rotelle, la guida ha voluto creare una stella. Assegnandola a 16 pizzerie al piatto, e cioè Apogeo Giovannini a Pietrasanta, Da Attilio alla Pignasecca a Napoli, Renato Bosco Pizzeria a San Martino Buon Albergo, La Divina Pizza a Firenze, La Gatta Mangiona a Roma, Libery a Torino, La Notizia a Napoli, Patrick Ricci – Terra, Grani, Esplorazioni a San Mauro Torinese, Pepe in Grani a Caiazzo, Pizzeria Salvo a San Giorgio a Cremano, Sorbillo a Napoli, La Sorgente a Guardiagrele, Lo Spela a Greve in Chianti, Starita a Napoli, I Tigli a San Bonifacio e Tonda a Roma. E a tre pizzerie al taglio. Che sono Menchetti ad Arezzo, Pizzarium a Roma e Saporè Pizza Bakery a San Martino Buon Albergo.