Home TV e media Andrea Petrini alla scoperta dell’Emilia: su Food Network arriva la serie Emilia Food Experience

Andrea Petrini alla scoperta dell’Emilia: su Food Network arriva la serie Emilia Food Experience

di Marta Manzo

Dal 18 ottobre, su Food Network, è in onda la serie in 3 puntate che porta alla scoperta delle eccellenze gastronomiche dell’Emilia.

Piatti della tradizione, prelibatezze preparate dalle rezdore, trattorie. Ma anche chef stellati di fama internazionale e giornalisti di food. Ci sono veramente tutti nelle 3 puntate di Emilia Food Experience, la serie in onda su Food Network che esplora il meglio dell’enogastronomia emiliana. Tre puntate da 30 minuti (alle ore 22) in cui si viaggia tra caseifici, cantine, acetaie ma anche prosciuttifici e salumifici, alla scoperta della cosiddetta food valley d’Italia. Tra il Culatello di Zibello e l’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia, il Parmigiano Reggiano, il Prosciutto di Parma e i salumi Piacentini, c’è spazio anche per la cultura enoica. E non mancano, nel racconto, le osterie e i ristoranti, custodi delle ricette della tradizione tramandate di generazione in generazione oltre che la descrizione di un modo slow di vivere il cibo, che in Emilia è ancora la regola.

Nella prima puntata, dedicata al territorio reggiano, Andrea Petrini è in compagnia dello chef argentino Mauro Colagreco e della giornalista francese Deborah Pham: si muovono prima tra il caseificio Scalabrini di Bibbiano e la tenuta Venturini Baldini a Roncolo per sedersi poi alla tavola dell’Osteria del Viandante di Rubiera. Nel secondo episodio, quello parmense, Petrini fa invece visita, insieme allo chef scozzese Isaac McHale e alla giornalista irlandese Anna Hart, all’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense e al prosciuttificio Casa Graziano di Tizzano Val Parma per concludere l’esperienza alla trattoria Ai Due Platani di Coloreto. Si chiude con la terza puntata, a Piacenza, con la chef cileno-americana Victoria Blamey e il giornalista statunitense Nicholas Gill. Il giro inizia alla Tenuta Vinicola Borri di Travo poi si sposta al salumificio Giordano di Carpaneto Piacentino. Mentre le gambe sotto al tavolo si mettono al Ristorante La Palta di Borgonovo Val Tidone.