Home Cibo Cani: ecco quali sono i cibi vietati

Cani: ecco quali sono i cibi vietati

di Alessia Dalla Massara

Alcuni alimenti sono altamente nocivi per i cani, come aglio e cipolla o caffè e alcool. Altri invece possono portare a gravi malattie che a lungo andare possono creare problemi al vostro amico a quattro zampe.

La soddisfazione che diamo ai nostri amici a quattro zampe quando riempiamo le loro ciotole di avanzi – magari anche cucinati con cura e ingredienti di qualità – il più delle volte non coincide con il loro benessere fisico. Al netto di pappe specifiche, preparate seguendo precisi accorgimenti nutrizionali, è bene sapere che l’apparato digerente dei nostri fidi compagni non è uguale al nostro con la conseguenza che molti alimenti non riescono a essere digeriti nel modo corretto.

A lungo termine – e in alcuni casi anche molto prima – si possono verificare squilibri nutrizionali e metabolici che finiscono per compromettere la funzionalità di alcuni organi, tra cui pancreas, intestino e reni. Vediamo allora come comportarci a tavola con i nostri amici pelosi per evitare di dargli avanzi che possono essere altamente nocivi per la loro salute.

Sughi e fritti in generale

pollo fritto

Alimenti grassi, preconfezionati e ricchi di condimenti possono essere altamente nocivi per i nostri amici pelosi. La conseguenza più immediata è quella di imbattersi in un elevato rischio di pancreatite che, talvolta, può essere fatale.

Se di norma il pancreas, durante la digestione, rilascia enzimi per scindere il grasso e favorirne l’assorbimento, nel caso della pancreatite questi enzimi vengono prodotti molto prima che il cibo entri nel processo digestivo causando sintomi anche molto spiacevoli.

Caffè e alcol

caffè in tazzina con chicchi

Oltre a essere sostanze eccitanti che possono alterare l’equilibrio psicofisico del nostro cane, sia il caffè che l’alcol possono causare seri problemi gastrointestinali. Nello specifico, non riuscendo a essere assimilati e digeriti correttamente, possono interferire sull’equilibrio dei rivestimenti gastrointestinali provocando sintomi quali infiammazioni intestinali, diarrea, vomito e crampi addominali.

Uva, uvetta e cioccolato

uva sultanina

Esistono poi degli alimenti che sono del tutto tossici per i cani. Tra questi rientrano l’uva, l’uvetta e il cioccolato che, oltre a essere consumati singolarmente, si trovano spesso in dolci e altri preparati confezionati. Fate quindi molta attenzione a somministrare al vostro cane tutto ciò che può contenere questi cibi, in quanto potrebbe causare tremori, ipertensione e, nei casi più gravi, insufficienza cardiaca.

Aglio e cipolle

Aglio fresco

L’alimentazione umana prevede l’utilizzo di aglio e cipolle nella stragrande maggioranza dei piatti, siano essi a base di verdure o di carne. Motivo in più per non cedere minimamente alla tentazione di dare alcun avanzo – anche quello apparentemente più innocuo – al nostro cane. Nello specifico, aglio e cipolle producono effetti negativi sulla produzione dei globuli rossi avendo degli effetti molto pericolosi per la salute dei nostri cani.

Sale e alimenti salati

sale grosso

Oltre a essere altamente nocivi per l’ipertensione, il sale e in genere tutti i cibi che lo contengono (praticamente tutti) possono essere nocivi per la salute dei nostri cani per un’altra ragione. Come accade per noi umani, quando si mangiano alimenti sapidi l’effetto immediato è quello di bere più del dovuto. Ebbene, questa abitudine può essere molto pericolosa per i cani che, se bevono troppo velocemente e in quantità eccessive, possono andare incontro a malesseri anche gravi come le convulsioni.

Ossa cotte

carne con ossa

Si sa che le ossa sono tra i cibi più pericolosi da dare ai nostri amici a quattro zampe. Quelle cotte però meritano una considerazione a parte: è bene sapere che il processo di cottura contribuisce ad asciugare le ossa facilitandone la rottura con conseguente scheggiatura.

È facile intuire che questo meccanismo può determinare il rischio che certi pezzi di osso rimangano incastrati nel tubo digerente dei nostri cani con l’elevato pericolo che possano bucare l’intestino.