Home Bevande Dieta pre Natale: cosa mangiare prima delle grandi abbuffate

Dieta pre Natale: cosa mangiare prima delle grandi abbuffate

di Livia Galletti

Nei dieci giorni prima di Natale non è necessario seguire un regime alimentare fortemente ipocalorico per poi rischiare di abbuffarsi l’arrivo delle feste. Basta seguire qualche accorgimento per arrivare in forma alle grandi abbuffate.

Si sta avvicinando il periodo più mangereccio dell’anno. Tra pranzi, cene, merende, aperitivi per farsi gli auguri e i giorni di Festa veri e propri, le prossime tre settimane metteranno a dura prova la nostra resistenza alle tentazioni a tavola. Cosa fare, quindi, per prepararsi al meglio alle feste? Un’idea potrebbe essere quella di organizzare una vera e propria dieta pre Natale.

Attenzione: dieta pre festiva non significa digiuno o restrizioni ma cercare una strategia per non iniziare a esagerare già da metà dicembre. Nei dieci giorni prima di Natale, non è necessario seguire un regime alimentare fortemente ipocalorico per poi rischiare di abbuffarsi di tutto e di più con l’arrivo delle feste. Basterà solo seguire qualche suggerimento.

Dieta lampo?

Dieta

Una dieta lampo non serve a nulla, se non a stressare troppo il corpo e a darci l’illusione di poter mangiare qualsiasi cosa durante i lunghi pasti dei giorni festivi.

Perdere peso prima di Natale?

Perdere peso

Neanche questo approccio ha senso. Perdere peso velocemente prima di Natale significherebbe perdere liquidi e, nella peggiore delle ipotesi, massa muscolare, senza invece andare a intaccare minimamente la massa grassa.

Di conseguenza, la bilancia tornerebbe a salire velocemente alla prima mangiata natalizia, con il rischio di andare ad aumentare proprio il grasso del nostro corpo.

Cosa mangiare prima delle feste?

Verdura mista

Una strategia vincente potrebbe essere invece quella di dare molto spazio a verdure e liquidi. Prima di iniziare con pranzi e cene vari, provate a bere almeno due litri di acqua al giorno oppure un litro e mezzo di acqua e due tisane o tè. A colazione, scegliete pane o cereali integrali, frutta secca, uova, ricotta, formaggi magri, yogurt bianco, hummus e un po’ di frutta.

Iniziate ogni pranzo e ogni cena con una bella porzione di verdura cruda, possibilmente amara (radicchio, scarola, indivia belga, ravanelli), e condite con olio extravergine di oliva. Poi passate al secondo piatto, preferibilmente composto da pesce, uova, formaggi magri o legumi e lasciate la carne per le giornate di festa: tutti i menu tradizionali ne prevedono molta, potete quindi farne a meno per 10-15 giorni.

Aggiungete infine un contorno: verdura cotta o cruda a scelta, sempre dando la precedenza alle verdure amare. Se avete ancora fame, chiudete il pasto con una quota di carboidrati.

La dieta pre Natale

Dieta

Per chiarirvi ulteriormente le idee, vi suggeriamo due esempi di menu, uno per vegani e uno per onnivori. In questo modo, arriverete a Natale di sicuro in perfetta forma.

Per un menu giornaliero vegano, vi consigliamo di iniziare la giornata con una tazza di tè verde, una fetta di pane di segale, 2 cucchiaini di hummus di ceci (possibilmente fatto in casa) con una spolverizzata di semi di sesamo e una mela con succo di limone e polvere di cannella.

A pranzo, preparatevi mezzo piatto di radicchio rosso crudo con olio extravergine di oliva e limone, una porzione di formaggio vegano alle mandorle con un piatto di cicoria ripassata in padella con aglio, peperoncino, olio extravergine di oliva e infine mezza porzione di quinoa bollita (in chiusura e solo se si ha fame).

A conclusione della giornata, invece, preferite mezzo piatto di ravanelli con le loro foglie, mezzo piatto di radicchio rosso crudo con olio extravergine di oliva, limone e semi di lino, una porzione di fagioli borlotti con un piatto di insalata mista di scarola cruda, germogli di soia, olio extravergine di oliva e una fetta di pane integrale.

Per un menu giornaliero onnivoro, a colazione potete invece optare per una tazza di tè nero, due cucchiai di fiocchi di avena, un cucchiaino di mandorle tritate, due cucchiai di mirtilli e un yogurt bianco naturale.

A pranzo, scegliete mezzo piatto di indivia belga con olio extravergine di oliva e limone, una porzione di orata con un piatto di insalata di radicchi misti, olio extravergine di oliva e una fetta di pane integrale (solo se avete ancora fame).

Poi, a cena, concludete con mezzo piatto di carciofi crudi con olio extravergine d’oliva, limone e prezzemolo, una porzione di ricotta con del cavolfiore al forno condito con curcuma e olio extravergine di oliva e mezza porzione di pasta integrale.