Home Cibo 4 secondi piatti fantastici per il Cenone di Capodanno

4 secondi piatti fantastici per il Cenone di Capodanno

di Claudia Bartoli

Scegliere quale secondo piatto preparare per il cenone di Capodanno non è semplice: abbiamo selezionato 4 ricette, una anche vegana, tra cui decidere se siete stati designati per preparare il secondo.

Per la cena del 31 dicembre non ce la possiamo cavare con una pasta aglio, olio e peperoncino. Gli ospiti avranno alte aspettative e deluderli non è una possibilità. Dopo le ricette di paste e risotti, ecco che vi veniamo in aiuto con le pietanze per proseguire degnamente il pasto festivo con 4 secondi piatti da cucinare per Capodanno.

Cotechino vegano

Questo secondo piatto è immancabile a Capodanno: sembra che mangiare il cotechino con le lenticchie dopo la mezzanotte dell’ultimo dell’anno porti fortuna e benessere. Le tradizioni, però, possono anche essere lievemente modificate. Ecco, quindi, che il cotechino vegano accontenta anche il palato di chi il maiale non lo mangia.

Per realizzare questo secondo veg avrete bisogno di seitan, tofu, lenticchie, patate e tante spezie. Tritate le lenticchie e unite il concentrato di pomodoro. Aggiungete il tofu sbriciolato grossolanamente, il sale e le spezie. Unite la patate schiacciata. Poi aggiungete il preparato per il seitan e l’acqua e impastate fino a formare una massa dal colore omogeneo, che sarà comunque morbida. Bagnate un foglio di carta forno, depositate l’impasto e dategli la forma classica del cotechino. Avvolgete la carta e chiudetela le estremità ruotandole su se stesse. Mettete il brodo a bollire, con la salsa di soia. Quando sarà in ebollizione abbassate il fuoco e cuocete il cotechino per circa 60 minuti. Lasciate intiepidire per una decina di minuti, poi tagliate a fette e servite.

Prosciutto di tacchino al forno

Prosciutto di tacchino al forno per le feste Un secondo pianto perfetto da portare a tavola come portata durante la cena di Capodanno. Si tratta di una pietanza scenica e gustosa che, però, necessita di cura nella preparazione. Il trucco è cuocere il prosciutto di tacchino quanto basta per non farlo diventare secco e bagnarlo spesso con il brodo.

Legate la carne con lo spago da cucina in modo tale da conferire la tipica forma da arrosto. Abbiate cura di incastrare sotto lo spago i rametti di rosmarino. Massaggiate la carne con l’olio, salatela e pepatela, quindi con un coltello incidetela ai lati. Trasferitela in una teglia da forno e unite gli spicchi di aglio schiacciati e le foglie di salvia. Condite ancora con poco olio e fate cuocere in forno caldo a 180°C per 1 ora e 15 minuti circa avendo l’accortezza, di tanto in tanto, di aggiungere del brodo. Servite l’arrosto accompagnato da un contorno di carote croccanti e patate arrosto.

Fritto misto di pesce

Fritto misto di pesce Durante le feste non si fa caso alla linea, quindi, il fritto è d’obbligo. Come secondo piatto di Capodanno si può dare un tocco divertente alla cena con un fritto misto di pesce. Ecco la ricetta.

Pulite merluzzo, calamari, alici e gamberoni insieme a ciò che trovate al mercato, lavateli e asciugateli con carta assorbente. In una padella ampia e profonda versate l’olio di semi e accendete la fiamma su fuoco medio-alto. Nel frattempo tagliate il merluzzo a tocchetti e i calamari ad anelli.

Una volta che l’olio sarà ben caldo, immergete i pezzi di pesce, un tipo per volta, nella farina rimacinata ricoprendoli bene, quindi trasferiteli nella padella. Friggete fino a doratura e salate. Friggete anche alcune verdure per un risultato ancora più brioso.

Salmone caramellato

Salmone caramellato Un jolly anche durante le feste, il salmone caramellato vi permetterà di fare bella figura con un secondo piatto sfizioso che si prepara in meno di 30 minuti.

Versate lo zucchero, il sale e il pepe nero in un piatto poco profondo e immergetevi ogni filetto di salmone fino a ricoprire l’intera superficie. Fate scaldare poco olio di oliva in una padella antiaderente abbastanza capiente a fuoco medio. Una volta che l’olio sarà caldo, unite il salmone con la pelle rivolta verso il basso e fatelo cuocere per circa 5 minuti.

Capovolgete i filetti e proseguite la cottura per 2-3 minuti. Staccate delicatamente la pelle prima di servire il salmone, quindi decoratelo con dell’aneto e gustate. Servite il salmone su una crema di patate.