Home Cibo PESCE SURGELATO: 15 ricette buonissime da preparare subito

PESCE SURGELATO: 15 ricette buonissime da preparare subito

di Raffaella Galamini

Avere sempre a disposizione del pesce surgelato può essere un’ottima idea, soprattutto se avete poco tempo per fare la spesa ma amate cucinare piatti gustosi e originali. Ecco una lista di 15 ricette a base di merluzzo, platessa nasello e non solo che dovete assolutamente provare.

Il pesce surgelato è una valida opzione per chi non ha tempo di fare la spesa ma non vuole rinunciare a cucinare un piatto veloce e gustoso. Vale la pena lasciarne sempre una scorta in freezer, così da averla pronta per l’uso in caso di necessità. L’importante è utilizzarlo in ricette di facile esecuzione, meglio ancora se a base di pochi e semplici ingredienti, facili da trovare in casa per una preparazione last minute.

Se il merluzzo è la soluzione più scontata, anche perché si tratta di un pesce molto apprezzato dai consumatori, non mancano le alternative: la platessa, il nasello, l’ orata ma anche il tonno, il salmone e il branzino. 

Per una cottura perfetta, non dimenticatevi di far scongelare il pesce in frigorifero o di passarlo per alcuni minuti in una padella antiaderente per poi terminarne la preparazione nel modo che preferite. Un ultimo suggerimento? Aromatizzate il pesce con delle spezie: il piatto che otterrete sarà decisamente più saporito e accattivante. Se però vi mancano le idee, vi consigliamo noi 15 ricette.

Saltimbocca di platessa

platessa

Un classico della cucina romana rivisitato? La ricetta, facile e gustosa, dei saltimbocca di platessa. Aiutandovi con uno stuzzicadenti, vi basterà unire le fette di prosciutto crudo ai filetti di platessa scongelati e poi farli cuocere per alcuni minuti in una padella antiaderente con un filo d’olio. Come valida alternativa a una semplice insalata, i saltimbocca saranno ottimi se accompagnati da una salsa di piselli novelli, anch’essi surgelati: fateli cuocere e poi frullateli con delle foglioline di menta fino a ottenere una consistenza cremosa. 

Filetti di platessa al limone

Platessa

Un secondo piatto espresso, a base di ingredienti facili da recuperare tra frigorifero e dispensa, è quello che prevede la cottura dei filetti di platessa in padella con pepe, meglio se rosa per un tocco di colore, alcune foglie di salvia e scorza di limone. Un consiglio? A metà cottura aggiungete anche il succo di un limone e aggiustate di sale. Poi, per legare ulteriormente la salsa, unite un po’ di amido di mais diluito in una tazzina di acqua e infine servite il pesce con patate lesse condite con la salsa al limone o, in alternativa, con fagiolini lessi, volendo anch’essi surgelati.

Tagliata di tonno con pomodorini, olivi e capperi

Tonno

Mettete a cuocere la tagliata di tonno in una padella antiaderente insieme a olive nere, capperi salati, alcune foglie di alloro e rosmarino e salate a piacere. A parte, tagliate i pomodorini ciliegino e aggiungeteli quasi a fine cottura, in modo da farli appena appassire, ed ecco un piatto leggero ma gustoso. Volendo, a fine cottura aggiungete anche un filo di aceto balsamico.

Tonno con fiocchi di sale e pepe

Tonno

Il secondo piatto più facile ed espresso di sempre è quello a base di tonno con fiocchi di sale e pepe. Mette il pesce in una padella antiaderente e, a fine cottura, aggiungete del pepe di Sichuan in bacche e fiocchi di sale Maldon. Per finire, servite il tonno con un ciuffo di misticanza.

Orata con salsa agli agrumi

Orata

Fate cuocere un filetto di orata in una padella antiaderente a fuoco medio e, dopo qualche minuto, girate il pesce per poi bagnarlo con vino bianco e lasciarlo sfumare. Versate quindi il succo di un agrume, che si tratti di arancia, limone o pompelmo non importa: scegliete voi. Poi, versate un goccio d’acqua e aggiungete del timo lasciando cuocere il filetto fino a completa cottura. Toglietelo quindi dalla padella, aggiungete un cucchiaio di amido di mais alla salsa e lasciate sul fuoco fino a ottenere una salsa vellutata e senza grumi. Condite il pesce con la salsa e aggiungete una spolverizzata di pepe. Volendo, servite con riso pilaf.

Involtini di branzino al vapore

Branzino

Una carota e un sedano, magari dimenticati in frigo, fanno la differenza per la preparazione di questi involtini di branzino. Tagliate le verdure a bastoncini e disponetele sui filetti di pesce, precedentemente asciugati e disposti su un tagliere. Arrotolate pesce e bastoncini di verdure stretti stretti e metteteli a cuocere nella vaporiera. Nel frattempo, tritate nel mixer alcuni gherigli di noci conditi con sale e pepe, aggiungete dell’olio per un composto più omogeneo e unite le due preparazioni poco prima di servire.

Involtini di branzino con zucchine

Per questi involtini, scongelate i filetti di branzino, asciugateli e distendeteli su una fetta di bacon. Arrotolate gli ingredienti come se si trattasse di un involtino e chiudete con uno stuzzicadenti. Volendo potete aggiungere un po’ di salvia all’interno. Mettete a cuocere in forno a 200 gradi, utilizzando l’apposita carta per evitare che si attacchino alla teglia. Nel mentre, lessate le zucchine, frullatele con un pizzico di sale e aggiungete un po’ di acqua di cottura per ottenere la giusta densità. Infine, disponete la salsa sul piatto e posizionate l’involtino cotto ma solo dopo aver rimosso lo stuzzicadenti. Per un tocco in più, aggiungete qualche goccia di yogurt bianco sulla crema di zucchine.

Salmone al pepe verde

salmone

Ecco una ricetta che non passa mai di moda. Mettete il salmone in frigo a scongelare. In una padella antiaderente, mettete un po’ di burro a scaldare: qui verrà messo a cucinare il salmone con il pepe in grani su tutti e due i lati. Una volta che il pesce sarà cotto, toglietelo dalla padella e mettetelo in un luogo caldo. Nella stessa padella dove è stato cucinato il pesce, versate l’amido di mais sciolto in un po’ di latte, aggiungete sale e pepe. Lasciate addensare per alcuni minuti e, al momento di servire il salmone, aggiungete oltre alla salsa delle foglie di prezzemolo.

Salmone alle erbe aromatiche

salmone marinato alle spezie

Bastano una manciata di pangrattato, o se preferite nocciole tritate, e un pizzico di erbe aromatiche trovate in dispensa: timo, maggiorana, alloro, origano, rosmarino, salvia per un secondo piatto sfizioso e saporito a base di pesce. Sminuzzate quindi il pane o le nocciole e aggiungeteci un trito di erbe aromatiche. Fate cuocere i filetti di salmone in padella e, una volta pronti, aggiungete il condimento. L’abbinamento perfetto? Un’insalata di finocchi tagliati a striscioline.

Nasello in padella

Nasello

Un secondo piatto veloce a base di pochi e semplici ingredienti è il nasello in padella. Mettete il nasello in padella con aglio schiacciato in camicia e peperoncino. Fate cuocere fino a quando sarà ben rosolato e uniteci allora il succo di un limone, delle olive taggiasche e dei pomodori secchi. Se vi piacciono, anche dei capperi dissalati e tritati finemente o alcuni pomodorini freschi tagliati a pezzettini. A fine cottura, aggiungete del prezzemolo fresco tritato oppure un mix di erbe fresche. Servite il tutto con pane tostato e verdure di stagione.

Nasello alla pizzaiola

Nasello in padella

Il nasello alla pizzaiola è un secondo veloce, perfetto per una preparazione dell’ultimo minuto. Mettete dell’olio extravergine d’oliva a scaldare con uno spicchio d’aglio e poi unite la polpa di pomodoro. Poi unite delle olive, dei capperi e un pizzico di origano e infine regolate di sale e pepe.Unite i filetti di nasello, o volendo di merluzzo, e fate cuocere per alcuni minuti coprendo con un coperchio.

Merluzzo con crema di ceci

Merluzzo

Un grande classico della cucina italiana è il merluzzo con crema di ceci. Mettete l’aglio a soffriggere in una casseruola e poi unite anche i ceci, il rosmarino e un bicchiere di acqua. Giunti a cottura, frullate in un mixer aggiungendo del pepe e un filo d’olio così da ottenere un composto cremoso. Mettete il merluzzo, lasciato a scongelare in frigo e poi passato nella farina, in una padella con olio caldo e fate cuocere  per alcuni minuti fino a completa doratura. Servite infine il pesce con la crema di ceci. 

Merluzzo con la cicoria saltata

Cicoria

Prendete alcuni filetti di acciuga e dei pinoli e metteteli in una padella antiaderente con un filo d’olio. Aggiungete la cicoria e coprite con un coperchio per far appassire la verdura. Una volta cotta, scoperchiate e lasciate asciugare il liquido. In un’altra padella antiaderente, fate cuocere il filetto di merluzzo finché non sarà cotto. Al momento del servizio, unite i due ingredienti nello stesso piatto: l’abbinamento sarà perfetto.

Merluzzo grigliato con zucchine

Merluzzo

Un secondo piatto leggero e colorato è quello a base di merluzzo e zucchine. Mentre il merluzzo è a cuocere su una piastra ben calda, lavate le zucchine e tagliatele a julienne aiutandovi con l’apposito attrezzo. Conditele con olio, succo di limone, sale, pepe rosa e guarnite con alcune foglie di menta. Infine, servitele insieme al merluzzo grigliato.

Merluzzo all’acqua pazza

Un grande classico per chi ama la cucina di pesce è il merluzzo all’acqua pazza. La ricetta originale, che si fa risalire alla fine dell’800, prevedeva che la cottura del pesce avvenisse utilizzando l’acqua di mare così da risparmiare il sale che, al tempo, era molto prezioso. Adesso le versioni da provare sono innumerevoli ma, in ogni caso, gli ingredienti che servono sono sempre semplici e soprattutto a portata di mano. Mentre fate cuocere il merluzzo in una padella antiaderente, tagliate zucchine e carote a bastoncini e i pomodorini a metà. Mettete il tutto a scaldare in una padella con un filo d’olio e, dopo aver fatto appassire le verdure, unite anche il merluzzo, un po’ di vino bianco e alcune foglie di basilico. Infine, salate e pepate a piacere. Coprite con un coperchio per far addensare il liquido e ottenere la cosiddetta acqua pazza. Attenzione però alle verdure: devono rimanere croccanti.