Home Cibo La noce moscata è davvero allucinogena?

La noce moscata è davvero allucinogena?

di Samantha Suriani

La noce moscata, una spezia vegetale originaria dall’Indonesia, se assunta in dosi eccesive ha effetti allucinogeni. A far emergere la questione ci hanno pensato alcuni concorrenti del talent show Amici che, la notte di Capodanno, hanno adottato un comportamento discutibile.

Durante la puntata del daytime di Amici di Maria De Filippi andata in onda nel pomeriggio di domenica 15 gennaio su Canale 5 è scoppiato il cosiddetto caso noce moscata. Ne avete sentito parlare? Se ancora non ne sapete niente, ci pensiamo noi.

A quanto pare, nei giorni precedenti la messa in onda, circolavano già alcune voci, poi confermate in trasmissione, in merito ad alcuni atteggiamenti scorretti tenuti dai concorrenti durante la notte di Capodanno. I ragazzi in questione,  Wax, Tommy Dali, NDG, Maddalena e Samu, avrebbero sniffato della polvere di noce moscata per sballarsi e festeggiare l’ultima serata del 2022. Noi abbiamo deciso di usare il condizionale, in quanto queen Mary, per parlare del loro comportamento inadeguato, non è entrata nei dettagli e non ha confermato nessuna versione dei fatti. Tuttavia, sul web la voce sembra essere stata convalidata da alcune talpe interne al programma.

Pare addirittura che i ragazzi coinvolti, dopo il loro gesto, si siano anche sentiti male. La padrona di casa ha affermato però di non voler dire apertamente che cosa sia successo in quanto i ragazzi minorenni che seguono il programma di casa Mediaset sono tantissimi. “Non intendo giudicare ciò che avete fatto ma vi dico che non è considerato un atteggiamento responsabile e maturo all’interno di questo programma. Anche rispetto a quello che il programma stesso vi chiede”. Ma la domanda sorge spontanea: la noce moscata ha effetti allucinogeni?

Noce moscata: le proprietà

Noce moscata

Innanzitutto, ricordiamo che la noce moscata è una spezia vegetale originaria dell’Indonesia. L’albero da cui nasce dà vita a dei frutti caratterizzati da un grosso nocciolo che, una volta essiccato, si trasforma in quell’alimento che viene spesso utilizzato in cucina. Ma solo dopo essere stato grattugiato e ridotto in polvere.

Questa spezia è ricca di sali minerali, ferro, potassio, vitamina A, vitamina B, vitamina C, antiossidanti ed acido folico. Nel dettaglio, contiene due composti attivi: la miristicina e l’elemicina. Il primo è un principio attivo precursore dell’MDMA mentre il secondo ha strutture simili all’anfetamina in sintesi, nonostante l’assunzione provochi effetti paragonabili a quelli dell’LSD. Per questo motivo, se assunta in dosi eccessive, la noce moscata può avere effetti allucinogeni.

Quali sono gli effetti collaterali della noce moscata

Noce moscata

Quando parliamo di dosi eccessive ci riferiamo a cifre superiori ai 2-8 grammi. Ovviamente questa cifra può variare in base alla sensibilità del singolo individuo, oltre che al suo peso e all’età. In generale, nel caso in cui l’assunzione superi questa quantità, la noce moscata può provocare nausea, vomito, febbre, stitichezza, gola secca, menomazione delle funzioni motorie, eccitazione nervosa, occhi arrossati, sonnolenza, apatia, percezione diversa dei colori, stati paranoici e gravi disturbi psichici (gli allievi del talent show avrebbero avuto proprio alcuni di questi effetti collaterali, in particolare nausea e vomito).

Ma non è finita qui. In medicina, sono stati registrati anche alcuni casi di overdose e morte in seguito all’ingerimento di 20-25 grammi di prodotto. Questo perché l’assunzione eccessiva inibisce la monoaminossidasi ossia gli enzimi coinvolti nella degradazione di neurotrasmettitori eccitatori come la serotonina e le prostaglandine.

Noce moscata: benefici

Noce moscata

La noce moscata però non ha solo controindicazioni ma anche molti benefici. Se utilizzata nelle giuste dosi è consigliata a tutte quelle persone che soffrono di malattie respiratorie quali influenza o bronchite. Inoltre, per risolvere problemi di gengivite e nevralgia dentale, è possibile creare un collutorio con una goccia di olio essenziale di noce moscata diluito in acqua.

Non solo. Chi ha un incontro galante oppure vuole ravvivare il proprio rapporto amoroso dovrebbe cucinare un piatto che abbia all’interno una spruzzata di noce moscata. Questo alimento ha infatti anche proprietà afrodisiache. Perciò è utile assaporarlo con il proprio partner…Ovviamente senza esagerare.