Home Cerfoglio

Cerfoglio

Il cerfoglio – dal nome scientifico Anthriscus cerefolium (L.) Hoffm. – è una pianta aromatica che appartiene alla famiglia delle ombrellifere, originaria del Mediterraneo orientale e ormai naturalizzata nel territorio americano, nordafricano ed europeo. Apprezzato sin dagli antichi Romani, il cerfoglio è particolarmente utilizzato nella cucina francese, mentre in Italia – dove fu importato dai Romani stessi – è piuttosto difficile trovarlo fresco: è infatti molto più diffuso il cerfoglio essiccato, che ha un sapore più pungente.

Può esser coltivato sia in vaso che in terra, ed è facile trovarlo in tutta Europa allo stato selvatico.

Il cerfoglio assomiglia a una piccola felce in miniatura e ha delle foglie di colore verde chiarissimo, che in autunno si tingono però di rosso. In cucina si usano le foglie, tritate o sminuzzate, oppure è possibile utilizzare la radice per preparare delle tisane particolarmente salutari. Il cerfoglio è indicato ovunque possa esser usato il prezzemolo, di cui è lontano parente. Viene di solito usato a crudo, proprio come il nostro prezzemolo, per insaporire moltissime preparazioni, ma va aggiunto ai piatti solo a fine cottura, per non perderne aroma, gusto e proprietà. È una delle fines herbes (erbe fini) francesi, una nota miscela di erbe aromatiche che include anche erba cipollina e dragoncello.

Quest'erba ha un aroma molto delicato e dolciastro, che però si perde sia con l'essiccazione che con il surgelamento. Ha un sapore più delicato del prezzemolo e per questo è consigliabile usarne una quantità maggiore rispetto alle altre erbe aromatiche.

Il cerfoglio è utilizzato per arricchire salse per la pasta, minestre, insalate, zuppe, carni bianche (pollo e coniglio) e pesci alla griglia. Si abbina bene anche a formaggi a pasta morbida, ad asparagi, carciofi, patate, prosciutto e legumi come fagioli, fave e piselli; in Francia lo preferiscono al prezzemolo e lo aggiungono frequentemente a omelette, insalate e zuppe. È inoltre anche utilizzato come elemento aromatizzante per alcuni vini bianchi, per salse al burro e ricette alle “erbe fini”.

Il cerfoglio ha proprietà emollienti, pertanto può rappresentare un valido aiuto nella cura di contusioni, punture di insetto, infiammazioni e geloni. Pare che possa esser anche utile a curare idropisia, coliche, reumatismi e dolori mestruali, infine è considerato un purificatore del sangue. Se assunto sotto forma di tisana, il cerfoglio può esser d'aiuto per combattere la depressione.

Filetti di triglia con carciofi finale
Ricette Barbecue

Filetti di triglia con carciofi: piatto semplice e veloce

  • 25 min
  • 240 cal x 100g
  • Difficoltà molto bassa