Home Locali Veneto Jesolo Da Guido, Jesolo

Da Guido, Jesolo

A Jesolo, l’iconico ristorante Da Guido propone una cucina di pesce attenta alla qualità della materie prime.

  • Jesolo Via Roma Sinistra, 25
  • tel. 0421 350380
  • Lunedì e martedì a pranzo
  • oltre i 50€
di Alessio D'Aguanno

Dall’apertura ad Annone Veneto risalente al 1978 fino a una decina di anni fa, a gestire questo iconico ristorante di pesce a Jesolo c’era Guido Fasan. Adesso Da Guido ci sono il figlio Andrea, entrato in squadra nel 1995, la moglie Giovanna Olivotti, con la quale il primo incontro era avvenuto nel 1967 a Mainz, e lo chef Alessio Carretta. A catturare la vista ci sono sempre gli ampi spazi verdi all’esterno, utilizzabili nella stagione calda, le eleganti sale interne e la cucina, un’autentica sicurezza quando si parla di piatti di mare. La materia prima ittica arriva quotidianamente dalla zona di Caorle e dalla costa dalmata della Croazia e viene esaltata dai crudi, da menzione la Composizione di crudo di pesci e crostacei servita nel piatto disegnato da Massimo Lunardon, e dai piatti caldi, come gli Gnocchetti di patate e zucca con gamberi e asparagi o il fuori carta Fiore di zucca fritto ripieno di baccalà mantecato. La pasta fresca, come i ravioli di astice, gli stessi gnocchetti o anche i maccheroncini, viene fatta in casa e questa scelta rappresenta sicuramente un indice di trasparenza. Di analoga importanza è la scelta delle verdure biologiche che provengono dai campi del progetto Osti in Orto nell’isola di Sant’Erasmo e per la ricottina del Caseificio San Michele di Cortellazzo, per cui è consulente lo chef del ristorante 1* Stella Michelin Joya Pietro Leemann. Se per i secondi è impossibile non ordinare la specialità della casa, un pesce alla brace (30-40€) a scelta fra branzino, tonno rosso, anguilla e scampi, solo per fare alcuni esempi, nel dolce la fanno da padrona i gelati di propria produzione, tra cui spicca l’impeccabile gusto al cioccolato fondente e rum della Martinica con crumble di nocciole e lamponi. Oltre alla carta, si può anche optare per un menu degustazione di cinque portate a 80 euro con un abbinamento di cinque calici (25€). La carta dei vini annovera non solo etichette venete, friulane e del resto d’Italia ma anche estere: Loira e Borgogna per i bianchi, Valle del Rodano, Bordeaux, Borgogna, California e Libano per i rossi e una selezione di oltre 30 champagne, tra cuvée, millesimati e rosé. All’esterno, nella quiete della natura circostante, si respira un’aria molto piacevole, a cui contribuiscono la musica in sottofondo e i dettagli in vetro colorato sulle tavole.