Mangio, Roma

14 Gennaio 2019

Leggermente decentrato rispetto al cuore della movida del Pigneto, Mangio è un nuovo ristorante con un’offerta di buon livello a prezzi accessibili. L’insegna recita Cucina come a casa, ma il claim alla fine risulta anche riduttivo: piatti semplici e ricette originale in un ristorante di chiara ispirazione lucana ai piatti più semplici infatti si affiancano ricette originali di discreta complessità. Le origini lucane dei proprietari sono evidenti nel menu: impossibile resistere alla tentazione di iniziare con una porzione di peperoni cruschi, cotti a regola d’arte e croccanti al punto giusto. Tra i primi, oltre a quelli della tradizione romana, vi sono diverse proposte più moderne come gli ottimi Spaghettoni con pesto di semi di zucca, gamberi e lime. E a proposito di pasta: è tutta fatta in casa con farine biologiche molite a pietra. Frequenti i richiami alla Lucania anche nei secondi piatti, sebbene non manchino alternative dal sapore più internazionale. L’Agnello porchettato con verdure di stagione e uva fritta con fondo bruno risulta convincente. Le porzioni sono abbondanti, il servizio attento e non invadente. Da migliorare la carta dei dolci, con il tiramisù della casa unica alternativa ai semifreddi di un noto marchio. Dal punto di vista del locale, sono in già programma alcuni accorgimenti per renderlo più confortevole; la veranda sarà fruibile nei mesi più caldi, al momento l’unica grande sala è arredata con gusto post industriale, con mattoncini ed elementi di metallo.

Mangio

  • Indirizzo: via Renzo da Ceri 18, Roma
  • Chiusura: domenica sera
  • Spesa: entro i 50€
  • Tel: 06 43687112