Saturne, Parigi

15 Marzo 2019

Sven Chartier è un ragazzo timido di poche parole: qualche anno fa quando al Festival di Omnivore fu chiamato sul palco come chef dell’anno, sembrava che fosse andato a ritirare il premio di qualcun altro, tanto era l’imbarazzo e la difficoltà a esprimersi sulla sua cucina. cucina magistralmente semplice e vini naturali Perché lui si esprime ai fornelli con i suoi piatti, esecuzioni di magistrale semplicità che hanno fatto il successo di Saturne. Questo è avvenuto nonostante i tanti piccoli difetti al servizio, soprattutto quello dei vini che non è mai risuscito a uscire dalla presupponenza di conoscere e offrire il meglio della produzione naturale, scansando (anche poco piacevolmente) qualsiasi appunto. Ma poco importa perché, quando poi arriva a tavola il Pollo con crema di patate e piselli, ti dimentichi tutto: sapori così si inseguono da tempo e raramente si trovano. E allora vale la pena farsi sorprendere dai 2 menu, uno a pranzo a 50 euro, l’altro a cena a 90 euro. E scegliere la bottiglia da una carta dei vini – esposti in una magnifica vetrata a vista – senza tanti problemi.

Saturne, Parigi

  • Indirizzo: 17 Rue Notre Dame des Victoires, Parigi, Francia
  • Chiusura: sabato e domenica
  • Spesa: oltre i 50€
  • Chef: Sven Chartier
  • Tel: +33 1 42 60 31 90