Shiroya, Roma

30 Aprile 2019

In pochi metri quadri, Shiroya offre un concentrato di Giappone nel cuore di Roma. La voglia di far conoscere i sapori autentici del Sol Levante ha spinto la giovanissima imprenditrice Sabrina Bai, appena ventenne, ad aprire questo ristorantino a due passi da piazza Campo de’ Fiori. un angolo autentico di giappone in campo de' fiori Anche gli arredamenti si ispirano a quelli originali nipponici: dal menu realizzato con tavolette di legno su cui sono raffigurati i piatti appese alle pareti, fino al noren, la tenda esterna usata tradizionalmente come insegna. Tutti i piatti sono realizzati in casa, compresi quelli che richiedono lunghe preparazioni: il brodo del ramen ne è un esempio, così come la pasta tirata a mano dei ravioli. Tra gli antipasti troviamo il tamagoyaki, una sorta di omelette dal sapore in bilico tra il dolce e l’umami. Caratteristico è il chawanmushi, un budino con funghi, cotto al vapore nella ceramica stessa in cui è servito e accompagnato da una polpetta di pesce, vongole e uova di salmone. Il sushi è preparato da uno chef giunto appositamente dal Giappone. Infine completano l’offerta: donburi (ciotole di riso da ricoprire con condimento a scelta), noodles, udon e i dolci, dove trionfano matcha e confettura di azuki. Da bere, oltre al sake, da segnalare una piccola selezione di birre artigianali giapponesi.

Shiroya

  • Indirizzo: Via de' Baullari, Roma, RM, Italia
  • Chiusura: sempre aperto
  • Spesa: entro i 50€
  • Tel: 06 64760753