Trattoria Verbano, Roma

31 Agosto 2019

Una tradizione della romanità è quella delle trattorie di quartiere: ognuno ne aveva una (anzi più) di competenza. Oggi che tutto si è diversificato e le offerte gastronomiche della Capitale esplodono in mille rivoli, queste realtà sono nettamente diminuite in numero e personalità. trattoria romana di quartiere con un menu invitante e verace Fa dunque piacere parlare di una apertura a piazza Verbano, nel cuore del quartiere Trieste. Un gruppo di soci: Marco Morello, sempre alla ricerca di nuovi progetti, che da consulente ne ha curato la partenza; ai fornelli, Fabio Masci e Mirko Pappalardo. La fonte è la ricerca filologica sulle radici della cucina romana di cui Arcangelo Dandini è stato pioniere, oltre che fiero e colto promotore; e la stagionalità del prodotto. Per scelta non c’è il quinto quarto, fin troppo visto negli ultimi anni come unica storicità della cucina capitolina. Fanno eccezione le fettuccine con il sugo di coda, filologicamente servite con il tocco di cacao. Prima trovate la panzanella e baccalà e i fagioli alla ‘mbriacona, cotti nel vino rosso e serviti con del guanciale croccante. Il pollo alla romana lo trovate senza peperoni ma cotto nel pomodoro, con prosciutto e maggiorana. Provatelo con contorno di sedano alla raffinata con cetriolini e senape. Imperdibile peccato di gola finale il gelato allo zabaione. Carta dei vini migliorabile. Spesa che non supera i 35 euro.

Trattoria Verbano

  • Indirizzo: Piazza Verbano, 23, Roma, RM, Italia
  • Chiusura: domenica
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 06 45507502