Zanze XVI, Venezia

15 Ottobre 2020

Nel sestiere Santa Croce, la trattoria di Fondamenta dei Tolentini, Zanze XVI, si contraddistingue a Venezia per il suo spirito giovane ed avanguardista. giovani chef che si cimentano con il fine dining a santa croce Il giovane proprietario Nicola Possagnolo, appena trentenne, ha affidato la cucina, così come la sala, ad un gruppo di ragazzi innamorati della loro professione che raccontano la città che li ospita in modo originale ed innovativo. Il piccolo locale, di appena 30 coperti, è arredato in maniera essenziale e contemporanea con tavoli in legno, luci soffuse ed una piccola cucina a vista. Il cliente può scegliere i piatti dalla carta od optare per uno dei due menu degustazione: Taste of Venice e  Anima. Il primo, in 5 portate, vede lo chef Nicola Dinato reinterpretare Venezia: risotto di go, pasta alla buzara di scampi, fegato alla veneziana, tiramisù, sono riletti sotto una nuova luce. Il secondo, invece, in 5 o 7 portate, è alla cieca e sperimenta con contaminazioni prevalentemente asiatiche. Molto particolare è la ricciola in due servizi: in tartare con pomodori, rapanelli e gazpacho di cetriolo e sotto forma di mortadella condita con le lacrime della ricciola stessa estratte dai suoi occhi grigliati al barbecue. Ampia è la selezione di vini, prevalentemente del territorio.

Zanze XVI

  • Indirizzo: Santa Croce, 231, Venezia, VE, Italia
  • Chiusura: sempre aperto
  • Spesa: oltre i 50€
  • Chef: Nicola Dinato
  • Tel: 041 715394
I Video di Agrodolce: Insalata di pasta pomodorini e baccalà