Home Ingredienti Marsala

Marsala

Il Marsala è uno dei vini liquorosi più apprezzati in Italia e deve il suo nome alla città in cui si concentra la sua produzione. Il vino si ottiene dai vitigni Catarratto, Grillo, Damaschino e Inzolia per i tipi Ambra e Oro. Le uve, ricche di zuccheri, sono vinificate in bianco dagli stessi viticoltori che ne ottengono vini grezzi molto alcolici, poi venduti agli stabilimenti industriali per essere lavorati e imbottigliati. Caratteri comuni sono il colore giallo ambrato più o meno intenso e la gradazione alcolica, compresa tra 15° e 20°.

Per produrre il Marsala si utilizzano vini grezzi addizionati con vari ingredienti: mistella (mosto infermentescibile grazie all’alcol precedentemente aggiunto), il cotto (mosto concentrato a seguito di una cottura a fuoco diretto), il mosto concentrato e l’alcol etilico. I vini Marsala possono essere, in base al residuo zuccherino, Secchi, Semisecchi o Dolci e, in ragione della tecnica produttiva, vengono classificati in: Fini, Superiori, Superiori Riserva, Vergini e/o Soleras, Vergini e/o Soleras Stravecchi (con almeno 10 anni di invecchiamento). Il Marsala dolce è un vino da dessert o da gustare da solo; la variante secca si sposa bene con antipasti e formaggi. Nella tradizione italiana ha soppiantato il Madera e il Porto. Oltre all’impiego in classici della pasticceria (ad esempio nello zabaione), il Marsala viene utilizzato come aromatizzante in pietanze a base di carne.