Home News Cibo Ci risiamo: a Roma la Asl chiude un ristorante per cibo scaduto e sporcizia

Ci risiamo: a Roma la Asl chiude un ristorante per cibo scaduto e sporcizia

di Francesco Garbo

La Asl ha chiuso un noto ristorante giapponese di Roma dove sono stati ritrovati 44 kg di cibi mal conservati e sporcizia.

A Roma in via del Gazometro, in un noto ristorante giapponese sono stati sequestrati 44 kg di cibo. Non è di certo la prima volta che in un ristorante le scorte di cibo sono messe sotto sequestro, le cause sono sempre le stesse: gli alimenti sono scaduti, non conservati secondo le corrette norme igieniche o mancanti di tracciabilità.

Nel ristorante in zona Ostiense sono stati sequestrati prodotti alimentari di vario genere e soprattutto pesce. Gli alimenti erano congelati senza etichette che ne indicassero la tracciabilità e non erano stati sottoposti a giusto confezionamento. Non solo alimenti mal conservati: nel ristorante sono stati trovati anche calcinacci, materiali di demolizione e blatte. Viste le condizioni del ristorante e il “potenziale pericolo per la salute pubblica“, la Asl locale ha emesso un provvedimento di chiusura immediata e una multa di 1.500 euro.