Home News How to Arriva la dieta che in 22 giorni ti fa perdere 11 kg: sarà vero?

Arriva la dieta che in 22 giorni ti fa perdere 11 kg: sarà vero?

di Francesco Garbo

La dieta dei 22 giorni è stata seguita da molte star e promette di far perdere 11 kg. Bandita la carne, cibi zuccherati e alcool.

Anche se ormai siamo arrivati agli ultimi giorni di settembre, si sa che questo è il mese dei buoni propositi e dei nuovi inizi, come tornare in palestra o, soprattutto, seguire una dieta che possa farci smaltire i troppi gelati estivi. Ecco allora che arriva in nostro aiuto una dieta direttamente dagli USA: 22 giorni, non uno di più, non uno di meno, nei quali seguire un regime alimentare diverso dal solito per poter perdere ben 11 kg. L’ideatore è Marco Borges, autore di vari libri e sostenitore di una sana alimentazione accompagnata da tanto sport. Questo regime alimentare ha avuto un grandissimo successo tre la star di Hollywood: da Beyoncé a Jennifer Lopez, da Shakira a Pharrell Williams, sono solo alcuni dei nomi delle star che hanno seguito questo regime alimentare che sta incuriosendo molte persone anche in Italia.

In cosa consiste

Una premessa è doverosa: la dieta non funzionerà per tutti solo perché è stata adottata dalle star. Ed è bene ricordare che prima di iniziare a seguire una dieta andrebbe sempre consultato il proprio medico. Tuttavia questo regime alimentare è proposto da un esperto di nutrizione e fisiologo dello sport e non si basa sul conteggio delle calorie ma divide i nutrienti in questo schema: 80% carboidrati, 10% proteine e 10% grassi. Ma vediamo come funziona nello specifico.

Per affrontare questa dieta è necessario cambiare sia le proprie abitudini alimentari sia quelle mentali, puntando sulla gestione dello stress. “Impegnatevi a introdurre nuove e più sane abitudini per ventuno giorni, e il ventiduesimo ritroverete una versione migliorata di voi stessi”  dichiara Borges. La dieta è incentrata su un regime vegano che permetterà al corpo di depurarsi non essendo impegnato in pasti difficili da digerire.

Per questa dieta quindi l’aspetto fondamentale è quello di evitare proteine di origine animale e cibo spazzatura a favore di cibi sani e proteine provenienti da verdure e legumi. Sì a frutta secca, semi, come quelli di zucca, e ai cereali. No ai cibi confezionati anche vegan, all’alcool e alle bevande zuccherate. In questa dieta non sono previsti spuntini e snack ma solo tre pasti, svolti in modo consapevole. Troppo spesso infatti mangiamo velocemente senza soffermarci su ciò che abbiamo nel piatto.

L’apporto di acqua

Altro aspetto fondamentale è l’apporto giornaliero di acqua che deve essere di almeno 8 bicchieri al giorno, più uno di acqua e limone la mattina appena svegli. Per non dimenticarsi mai di bere basta suddividere in questo modo i bicchieri: 1 bicchiere ogni pasto, 1 bicchiere tra un pasto e l’altro, 1 bicchiere prima, durante e dopo l’esercizio fisico che deve essere svolto ogni giorno per almeno mezz’ora. Nuoto, corsa, camminata veloce, tutto ciò che è allenamento cardio è indicato.

Arriviamo quindi ai dati pratici per seguire questa dieta, ovvero le quantità di alimenti consentite. Per le verdure sono concessi dai 250 ai 400 grammi (vanno pesate da crude) e per la frutta un massimo di 170 grammi. Per la frutta secca e disidratata il massimo è di 40 grammi. Il peso dei cereali per ogni pasto è di 90/180 grammi, mentre per i legumi è di 160 grammi già cotti. Per condire: oli vegetali, erbe aromatiche e spezie. Si anche allo sciroppo d’agave, ai dolcificanti e allo zucchero di canna.

Arriviamo dunque ad un vero e proprio esempio di menu dalla colazione alla cena.

  1. Colazione. Consigliata una colazione sostanziosa e abbondante che preveda proteine e carboidrati. Potete scegliere un centrifugato di latte di mandorle, un frutto a scelta, polvere di riso, verdura come spinaci e 1/2 cucchiaio di burro di mandorle.
  2. Pranzo. Un esempio di pranzo può essere un piatto con peperoni, insalata o verdure cotte a vapore condite con humus e accompagnate da una galletta di riso. Altra opzione è riso o farro con fagioli, fave, quinoa o altri legumi a scelta.
  3. Spuntino.  Lo spuntino non è previsto in questa dieta ma se proprio avete fame potete mangiare un frutto o una barretta proteica vegana.
  4. Cena. Per la cena, verdure al vapore. Potete, ad esempio, abbinare le patate, che hanno un buon potere saziante, con altri tipi di verdura come le carote o i pomodori.
  5. Dolce. In questa dieta è possibile concedersi un dolce fatto di frutta, come una banana spolverizzata con della cannella.