Home News Cibo Bari: oltre una tonnellata di pesce sequestrato

Bari: oltre una tonnellata di pesce sequestrato

di Francesco Garbo

Sequestrata a Bari una tonnellata di prodotti ittici scaduti o mal conservati grazie a un’operazione portata a termine dalla Guardia costiera.

A Bari si è da poche ore conclusa l’operazione ASIA, una serie di controlli alla filiera ittica operati della Guardia costiera. Sequestrata una tonnellata di prodotti scaduti o mal conservati in pescherie, ristoranti etnici e orientali. L’ammontare delle sanzioni amministrative è di 50 mila euro alle quali si aggiungono anche sei denunce.

In pericolo la sicurezza del cliente

Uno dei locali che ha subito questi sequestri è un ristorante di sushi situato al centro di Bari. Qui sono stati trovati 100 chili di prodotti ittici scaduti, tra le altre anche cozze sgusciate. Le violazioni  tra le altre comprendono principalmente frode in commercio, alimenti mal conservati e mancanza di documenti che possano testimoniare la tracciabilità del prodotto. Prodotto che tra l’altro è risultato in prevalenza di importazione. Spiega la Guardia Costiera: “Il rischio è che sia stato pescato in zone del pianeta contaminate nelle quali è addirittura vietata la cattura di specie ittiche“.

Le parole della Guardia Costiera

Purtroppo è piuttosto diffuso il fenomeno della vendita di prodotto ittico non dichiarato e quindi non tracciabile, o la somministrazione di prodotto privo di etichettatura e informazioni obbligatorie sulla provenienza, spesso in cattivo stato di conservazione e di qualità non corrispondente a quella indicata in menù e depliant informativi,  con la conseguenza che la salute di ignari clienti e consumatori è messa in pericolo da fraudolenti operatori“.