Home News Cibo Caltanissetta: apre il primo fast food in cui il cibo costa 1 euro

Caltanissetta: apre il primo fast food in cui il cibo costa 1 euro

di Claudia Bartoli

Nasce a Caltanissetta il primo fast food solidale: pasti a 1 euro e possibilità di lavoro per persone con disabilità.

In Sicilia, più precisamente a Caltanissetta, apre il primo fast food in cui si mangia con 1 euro. L’iniziativa sociale nasce dal progetto Open Food per combattere lo spreco alimentare ed eliminare il divario economico tra cittadini. Il locale si chiama Equo Food ed è un fast food inclusivo aperto in via Michele Amari 13 e in cui sarà possibile acquistare tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 12 alle 14, un pasto per il costo simbolico di 1 euro. In loco, sarà anche possibile lasciare una donazione, sia attraverso il QRcode dell’apposita cartolina del dono distribuita nel fast food, che tramite PayPal. Open Food è un progetto solidale promosso da Regione Sicilia, Croce Rossa Italiana – Comitato di Caltanissetta, Cooperativa Sociale Etnos, Un Posto Tranquillo Impresa Sociale Srl, Ipab – Istituto Testasecca, Coldiretti Caltanissetta, con il supporto del Comune di Caltanissetta con l’obiettivo di tendere una mano a chi vive oltre la soglia della povertà per garantirgli quotidianamente cibo di qualità e rispetto.

“Grazie a un bando erogato dalla Regione Sicilia – spiega Nicolò Piave, presidente del comitato Cri di Caltanissetta – abbiamo avuto la possibilità di pensare a un luogo dove le persone possano andare a mangiare senza sentir sulle spalle il peso del proprio disagio economico”. Anche il sindaco della città siciliana, Roberto Gambino ha espresso il consenso nei confronti dell’iniziativa dicendo: “Caltanissetta sposa l’idea di dare dignità alla povertà. Assistiamo a episodi dove le persone che usufruiscono del cosiddetto pacco, si ritrovano poi a dover buttare qualcosa di cui non hanno bisogno. Con Open Food, invece, hanno la possibilità di scegliere”. E inoltre il progetto di Equo Food creerà posti di lavoro per le persone con disabilità che vivono sul territorio.