Home News Chef Chef Varese apre Io sono Viva, la pasticceria per aiutare le donne in difficoltà

Chef Varese apre Io sono Viva, la pasticceria per aiutare le donne in difficoltà

di Claudia Bartoli

Apre a Milano Io sono viva, la pasticceria con microlaboratori di Chef Varese in cui vengono assunte le donne vittime di maltrattamenti.

La Chef stellata Viviana Varese apre la sua nuova pasticceria nel quartiere milanese Isola. Dov’è la novità se una big dell’alta cucina dà vita a un laboratorio di pasticceria in una delle zone della movida milanese? Il locale si chiama Io sono viva (richiamando il nome del ristorante stellato della Chef) e le dipendenti sono donne in difficoltà. Chef Varese, più che un punto vendita dolciario vicino al mercato locale cittadino ha voluto creare un progetto solidale, un modo per dare voce e ascolto a chi, fino a ora, non li aveva avuti. La Chef si è appoggiata a CadMi, che sta per Casa di Accoglienza delle Donne Maltrattate di Milano, ed è tramite questo centro antiviolenza che a un gruppo di donne vittime di maltrattamenti è stata data la possibilità lavorare nel laboratorio di pasticceria per poter guadagnare un normale stipendio ed essere indipendenti.

“Ho deciso di creare dei microlaboratori di pasticceria e gelateria dando lavoro a donne che hanno subito ingiustizie e violenze e che hanno la necessità di riacquistare valore e libertà”. I dolci prodotti rievocano quelli della chef, ma saranno venduti a prezzi più abbordabili perché “Non dobbiamo pensare solo al business ma anche a quello che ci piace fare – ha sottolineato la chef – spero di poter insegnare qualcosa a queste donne affinché possano un giorno fare da sole il proprio percorso”. Si tratta di un nuovo inizio, sia per Chef Varese, che ha mostrato di essere attenta ai temi sociali, sia per le donne che hanno colto questa occasione per tornare a essere padrone della propria vita e ricominciarne una nuova con le mani in pasta, nel vero senso della parola.