Home News Chef Christian Milone: grave incidente in bici per lo chef stellato di Pinerolo

Christian Milone: grave incidente in bici per lo chef stellato di Pinerolo

di Chiara Impiglia

Dopo un incidente in bici, è grave la condizione di salute dello chef Christian Milone della Trattoria Zappatori di Pinerolo.

È tanta la preoccupazione per Christian Milone, lo chef stellato della Trattoria Zappatori di Pinerolo. Dopo un grave incidente stradale avvenuto lunedì mattina, adesso Milone è ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Cto di Torino. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il cuoco si sarebbe scontrato con un’auto mentre era in bicicletta sulla provinciale 129 per Buriasco. Operato immediatamente dai neurochirurghi dell’ospedale di Torino, ora è in coma farmacologico ma la prognosi rimane riservata.

43 anni e una stella Michelin, Christian Milone è cuoco dell’insegna pinerolese dal 2006. La famiglia di ristoratori da cui proviene l’ha sicuramente aiutato ad avvicinarsi al mondo dell’alta cucina ma è grazie al suo talento che ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti internazionali. Con un passato da ciclista professionista alle spalle, il cuoco si è fatto notare per la sua creatività e ha perfezionato le sue capacità a fianco di Enrico Crippa, chef del Ristorante Piazza Duomo ad Alba.

Nella biografia presente sul sito del ristorante Trattoria Zappatori è possibile leggere “Nel 1993 il Giro d’Italia è passato da Pinerolo. Quelle biciclette sfrecciavano davanti alla trattoria più veloci delle auto e delle motociclette che le seguivano. Ho chiesto a un amico di famiglia di prestarmi la sua e non sono più sceso. Per otto anni la bicicletta è stata la mia vita. Tra vittorie e delusioni sono riuscito ad approdare al Giro d’Italia” e ancora “Ho trasportato la dedizione, il sacrificio e il metodo dello sport nella mia cucina”. Insieme al cibo, la bicicletta è quindi una delle sue più grandi passioni. Sperando di potervi dare presto notizie positive sulla sua condizione di salute, ci auguriamo di rivederlo presto in pista e, soprattutto, in cucina.